Cronaca

Processo Ruby, ancora scontro Boccassini-avvocati: "Volete perdere tempo"

Per il pm, l'assenza di Karima El Mahroug fa parte dell'"attività dilatatoria" per far slittare la sentenza, che dovrebbe essere a febbraio 2013

Il pm Ilda Boccassini ha ribadito anche lunedì nel processo sul caso Ruby che l'assenza della marocchina nelle due udienze di dicembre previste per la sua testimonianza rientrano nella "attività dilatoria" della difesa di Berlusconi, accusato di favoreggiamento della prostituzione.

Gli avvocati dell'ex premier, secondo il pm, non avrebbero la "volontà" effettiva di sentire la ragazza, ma solo quella di perdere tempo. Boccassini ha definito "improvvisa la decisione di Karima El Mahroug di partire per il Messico", tanto che "non ha avvisato nemmeno i suoi genitori ".

Secondo quindi il nuovo calendario stilato lunedì in aula dai giudici del processo sul caso Ruby, la sentenza a carico di Silvio Berlusconi è attesa per febbraio ed è 'slittata' dunque di un mese circa per l'assenza della giovane marocchina per due udienze che erano state fissate per la sua testimonianza.

L'ultima udienza programmata per ora è quella del 4 febbraio con la parola alla difesa, poi dovrebbe esserne fissata un'altra per repliche e sentenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Ruby, ancora scontro Boccassini-avvocati: "Volete perdere tempo"

MilanoToday è in caricamento