Cronaca Stazione Centrale / Via Melchiorre Gioia

Sorpresa, ai piani alti c'è più rumore (di notte)

Uno studio del fisico Zambon (Bicocca) "sfata" il mito secondo cui negli attici c'è meno rumore che ai piani bassi. E di notte la città si scopre molto rumorosa

Gli attici: non sono il "paradiso del silenzio" come si credeva

Pensavate, comprando un attico, di risolvere il problema del rumore metropolitano? Vi siete sbagliati. Questo almeno è il risultato di una ricerca dell'Università della Bicocca, condotta da Giovanni Zambon, ricercatore di fisica. Qual è allora l'alloggio migliore per non subire inquinamento acustico? Secondo i dati, un alloggio che si affaccia sul cortile interno, anche al primo piano.

Una possibile spiegazione è che, salendo, aumentano le fonti di rumore: se ai piani bassi si sentono di più rumori come lo sferragliare del tram, ai piani alti si percepisce il traffico di tutto l'isolato e non solo della strada su cui s'affaccia il palazzo. Di notte, in particolare, secondo la registrazione dei decibel al primo e all'undicesimo piano dello stesso palazzo in corso Buenos Aires, è all'ultimo piano che si sente più rumore: 47,5 contro 44,9 a mezzanotte. Poi 45,9 contro 42,8 alle due del mattino. Bisogna aspettare l'alba per avere un'inversione dei dati. Va detto, per interpretare bene i dati, che la scala di decibel è logaritmica: una differenza di 3 db equivale al raddoppio del rumore.

Un altro "mito" è che di notte la città sia meno rumorosa che di giorno. Considerando che la legge fa scendere di dieci decibel il limite consentito dopo il tramonto (da 65 a 55), il margine "fuorilegge" sale nelle ore notturne. Zambon ha misurato l'inquinamento acustico in via Melchiorre Gioia riscontrando 6,7 punti oltre la soglia di giorno (71,7 db contro la soglia di 65) e 14,6 oltre la soglia di notte (69,6 contro la soglia di 55). Secondo i ricercatori, l'unica vera soluzione all'inquinamento acustico sarebbe "interrare il più possibile il traffico, perché quando le auto in strada calano, la velocità aumenta e il rumore resta alto". Ma la soluzione potrebbe anche arrivare da penumatici e motori silenziosi e dall'asfalto fono-assorbente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresa, ai piani alti c'è più rumore (di notte)

MilanoToday è in caricamento