Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Salvatore, il ragazzo che dopo un infortunio durante una partita di calcio rischia di morire

La sua clavicola sfiora l'aorta ed è un caso rarissimo e finora nessun medico se l'è sentita di affrontare l'intervento per ricomporre la lussazione. Il suo appello è diventato virale

Il ragazzo

Il suo appello su Facebook è diventato virale in poche ore. Quello che lui stesso definisce come "ultima spiaggia" in poche ore ha ricevuto migliaia di condivisioni: la speranza è quella di trovare qualcuno che abbia superato lo stesso, rarissimo, infortunio. Trovare quindi un medico in grado di fargli l'intervento.

Facciamo un passo indietro. A sfogarsi su Facebook è Salvatore Pezzano. Il ragazzo, 19 anni e una vita davanti, quella vita rischia di perderla a causa di un 'incidente' durante una partita di calcetto all'oratorio: il giovane è stato spinto con veemenza da dietro da un avversario. Non solo lui è finto per terra ma anche il compagno falloso gli è franato addosso. Il dolore di quel giorno, il 2 maggio, è stato subito molto acuto ma mai quanto il referto medico e quello che ne sarebbe conseguito.

Nei mesi successivi, il 19enne insieme con i propri genitori hanno cominciato il loro pellegrinaggio tra ospedali e medici specialisti senza trovare una soluzione. Salvatore ha una grave lussazione sterno claveare. "Questa lussazione - scrive il giovane nel suo appello corredato di foto - ha causato gravi conseguenze sul mio corpo, la spalla si è chiusa e la scapola dietro è completamente uscita, oltre a portarmi problemi di respirazione e continui dolori legati alla postura e alla posizione anomala della clavicola".

"Dal 2 maggio è iniziato il mio calvario: ho girato molti medici e ospedali a Milano e in altre altre regioni, ma nessuno se la sente di fare questo intervento perché - prosegue Salvatore - è rischiosissimo, oltre ad essere rarissimo". La sua clavicola si troverebbe adesso a soli 7 millimetri dall'aorta e proprio per questo ci sarebbe "l'alto rischio di morte".

I medici italiani che hanno parlato con i genitori di Salvatore, un assicuratore e una infermiera, stanno provando a metterli in contatto con i migliori specialisti nel settore. Per ora senza grande successo. Il 19enne, però, non demorde e vuole tornare a fare una vita normale: "Ho speranza perché chi la perde è morto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvatore, il ragazzo che dopo un infortunio durante una partita di calcio rischia di morire

MilanoToday è in caricamento