rotate-mobile
Cronaca Cascina Gobba / Cavalcavia Cascina Gobba

San Raffaele, il prefetto propone un nuovo accordo anti-licenzamenti

Il prefetto, Camillo Andreana, ha anche chiesto alle parti di esprimere un parere su queste modifiche entro il 20 febbraio

Impegno a non avviare i 244 licenziamenti nel comparto entro il 31 dicembre 2014, ed eliminazione dell'assorbibilità dei superminimi ad personam rispetto ai futuri rinnovi contrattuali. Sono queste alcune delle modifiche migliorative all'ipotesi di accordo siglato a Roma lo scorso 22 gennaio (e poi bocciato dai lavoratori), proposte lunedì dal prefetto di Milano, Camillo Andreana, alla coordinatrice dell'Rsu e l'amministratore delegato dell'ospedale San Raffaele di Milano.

Come rendono noto, in un comunicato, i rappresentanti sindacali di Fials, Cgil, Cisl e Uil, il tentativo del prefetto é quello di salvaguardare i livelli occupazionali, evitare maggiori trattenute sulle retribuzioni e riprendere la contrattazione decentrata.

Il prefetto ha anche chiesto alle parti di esprimere un parere su queste modifiche entro il 20 febbraio. "I componenti della Rsu aderenti a Cgil, Cisl, Uil e Fials valutano positivamente tali modifiche migliorative - commentano - ed auspicano che questa nuova ipotesi di accordo possa trovare ampio consenso nella Rsu e tra i lavoratori".

Se il cda dell'ospedale, riunitosi questo pomeriggio, dovesse approvare il nuovo documento, i lavoratori dovranno esprimere il loro parare tramite una nuova consultazione referendaria.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Raffaele, il prefetto propone un nuovo accordo anti-licenzamenti

MilanoToday è in caricamento