rotate-mobile
Cronaca Cascina Gobba / Via Olgettina

San Raffaele, i sindacati rifiutano la proposta anti-licenziamenti

Anche la nuova proposta del prefetto è stata rifiutata dai rappresentanti sindacali

Niete da fare, l'Rsu dell'ospedale San Raffaele di Milano ha respinto anche la proposta di mediazione avanzata dal prefetto di Milano, che proponeva alcuni miglioramenti all'accordo siglato a fine gennaio tra sindacati e azienda per evitare 244 licenziamenti, e poi bocciato dai lavoratori con il referendum.

Lo ha comunicato Daniela Rottoli, coordinatrice dell'Rsu. La proposta era stata accolta invece favorevolmente dalla dirigenza.

"Preso atto che i lavoratori si erano già espressi sull'accordo con il referendum - spiega Rottoli - abbiamo chiesto al prefetto di intervenire perché non vi sia alcun licenziamento fino all'insediamento della nuova giunta lombarda, e perché si apra un tavolo negoziale".

Cambiare "qualche riga non basta - continua Rottoli - Altrimenti si finirebbe per cancellare un atto democratico quale il referendum con cui si erano espressi i lavoratori". Tra le modifiche proposte dal prefetto, c'era quella con cui l'azienda si impegnava a non avviare ulteriori licenziamenti entro il 31/12/2014, e l'eliminazione dell'assorbibilità dei superminimi ad personam rispetto ai futuri rinnovi contrattuali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Raffaele, i sindacati rifiutano la proposta anti-licenziamenti

MilanoToday è in caricamento