menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Agenti della polizia locale presi a sassate nel sottopasso della Stazione Centrale di Milano

Arrestato un cittadino del Ciad, soccorsi dal personale del 118 tre agenti della locale

Mattinata da cinema, quella di martedì, per un uomo di 34 anni che senza motivo alcuno ha deciso di prendere a sassate un'auto della polizia locale nel sottopasso Mortirolo della Stazione Centrale di Milano. Una zona già al centro della cronaca dopo il recente omicidio in via Macchi. L'uomo, originario del Ciad, è riuscito nell'intento di ferire alcuni agenti, prima di essere arrestato.

A riferire l'accaduto a MilanoToday sono gli stessi "ghisa". Stando alla loro ricostruzione, intorno alle 9, il 34enne ha preso in mano tre cubetti di porfido e li ha scagliati con violenza contro una pattuglia che in quel momento stava dando ausilio al personale dell'Amsa. Un attacco improvviso e ingiustificato.

Uomo si scaglia contro la polizia locale di Milano

In particolare uno dei cubetti, quelli usati per la pavimentazione di alcuni marciapiedi della città, ha spaccato il vetro anteriore dell'auto, ferendo un agente. Sul posto, nel frattempo, è intervenuto un secondo equipaggio. Dopo l'aggressione i vigili sono riusciti a bloccare lo straniero, non senza difficoltà.

Alla fine tre di loro - 26, 29 e 42 anni - sono dovuti ricorrere alle cure mediche, due sono stati portati in verde al Fatebenefratelli per accertamenti. Non sono in gravi condizioni.

Il 34enne è stato arrestato per resistenza, danneggiamento e lesioni aggravate. Si tratta di reati per i quali aveva già precedenti penali. Mercoledì ci sarà la direttissima contro il ciadiano che per ora resta rinchiuso in cella.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento