rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Cronaca San Siro / Via Bernardo Zamagna

Lo scafista arrestato a Milano: fece sbarcare in Italia 618 migranti

Il ragazzo, un 19enne, è stato fermato in zona San Siro

Era su quella nave carica di migranti. Di più: sarebbe stato uno dei "responsabili" di quella nave. Un ragazzo di 19 anni, cittadino egiziano, è stato arrestato mercoledì pomeriggio a Milano in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale del Riesame di Catania con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. 

Il giovane è stato controllato per caso in viale Zamagna dagli agenti del gruppo anti borseggi della VI sezione della squadra mobile, guidati da Marco Calì e Michele Scarola. Trovato senza documenti, il 19enne - Youssef Abdel Elfeky - è stato accompagnato in questura per essere identificato e proprio in quel momento i poliziotti hanno scoperto che era ricercato. 

Stando alle indagini, infatti, il ragazzo - insieme ad altri sette complici - sarebbe stato uno degli scafisti che il 29 ottobre 2022 erano su un peschereccio soccorso dalla nave Diciotti della guardia costiera 15 miglia a largo dalle coste di Roccella Jonica, in provincia di Reggio Calabria. Alcuni dei migranti - i 334 uomini - erano stati fatti sbarcare poi nel porto di Catania, dove la squadra mobile etnea aveva individuato i presunti otto scafisti. 

Il 19enne era quindi stato fermato nell'immediato, ma poi scarcerato. Lo scorso 4 marzo, il Riesame della città siciliana ha però firmato l'ordinanza a suo carico, che mercoledì lo ha fatto finire in cella. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo scafista arrestato a Milano: fece sbarcare in Italia 618 migranti

MilanoToday è in caricamento