rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Cosa cambia con la scatola nera obbligatoria per le auto

L’Event data recorder (EDR), nome tecnico della scatola nera che tradotto significa registratore di dati di evento, è un dispositivo che registra e conserva una serie di dati per un intervallo di tempo che va da poco prima a subito dopo l’incidente

Dal 6 luglio sulle auto diventa obbligatoria l'installazione della scatola nera. Un novità non da poco per il settore ma ci sono paradossi notevoli: in Italia molti dovranno circolare addirittura con due scatole nere - per via di quelle imposte dalle assicurazioni - che potranno pure discordare tra loro.

Scatola nera obbligatoria su tutte le auto

Scatola nera obbligatoria sulle auto dal 6 luglio 2022 dunque ma, attenzione, non significa affatto che da quella data tutti i veicoli in circolazione dovranno dotarsi della black box (anche se molti l’hanno già fatto spontaneamente per avere gli sconti sulla tariffa RCA: oggi in media il 20% delle polizze auto ha la scatola nera, con picchi di oltre il 50/60% in alcune province del Sud). Il regolamento europeo prevede infatti che dal prossimo 6 luglio le case automobilistiche potranno omologare i nuovi modelli solo se provvisti di black box, mentre due anni più tardi, precisamente dal 7 luglio 2024, la scatola nera dovrà essere presente su tutte le auto di nuova immatricolazione.

Vero è che per molti già oggi ci sono dispositivi di controllo Gps legati all'assicurazione auto. La brutta sorpresa è che in futuro forse molti dovranno circolare con ben due scatole nere: quella imposta dalla Ue ai produttori e quella spinta nell’ultimo decennio dalle assicurazioni. La scatola nera oggi in molte regioni porta a sconti notevoli sulla polizza per chi accetta di montarla. Tuttavia dai lockdown del 2020 in poi la crescita delle scatole nera aveva visto una frenata, forse perché il minor numero di incidenti potrebbe aver ridotto la profittabilità della scatola nera per via dei suoi costi di acquisto e installazione.

Cosa è la scatola nera

L’Event data recorder (EDR), nome tecnico della scatola nera che tradotto significa registratore di dati di evento, è un dispositivo che registra e conserva una serie di dati per un intervallo di tempo che va da poco prima a subito dopo l’incidente:

  • velocità;
  • frenata;
  • posizione e inclinazione del veicolo rispetto alla strada;
  • stato e frequenza di attivazione di tutti i sistemi di sicurezza attiva e di prevenzione degli incidenti presenti sul mezzo.

La black box poi:

  • non è disattivabile dal conducente;
  • non consente manipolazioni e abusi sui dati che devono essere assolutamente protetti.

Tuttavia in caso di sinistro le forze dell’ordine possono accedere alle informazioni per ricostruire le dinamiche dei sinistri e individuare i responsabili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa cambia con la scatola nera obbligatoria per le auto

MilanoToday è in caricamento