Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Via Campazzino, 14

Scheletro in via Campazzino, polizia pensa di diffondere foto degli oggetti personali per identificarlo

Lo ossa sono state trovate vicino a un traliccio dell'alta tensione legato con una corda

Immagine repertorio

Nessun documento. Nessun elemento distintivo utile per il riconoscimento, né per capire se si tratti di un uomo o una donna. Non ha ancora un'identità lo scheletro trovato nel pomeriggio di domenica in un campo vicino a via Campazzino a Milano (zona Ripamonti).

I resti umani, scoperti da un gruppo di ragazzi di una associazione, sono stati rinvenuti alla base di un traliccio dell’energia elettrica al quale erano legati con una corda, come se fosse stata "impiccata". Per il momento gli investigatori sono riusciti a stabilire che il corpo è rimasto lì per diversi mesi, forse dallo scorso inverno. 

Tutte le ipotesi sono aperte, anche quella del suicidio, ma per cercare di far luce sul mistero gli investigatori di via Fatebenefratelli stanno meditando di diffondere le foto della bibbia e del borsello trovato a tracolla dello scheletro con la speranza che qualcuno li riconosca e possa dare un nome e una identità alla salma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scheletro in via Campazzino, polizia pensa di diffondere foto degli oggetti personali per identificarlo

MilanoToday è in caricamento