Cronaca

Sciopero mezzi e trasporti a Milano giovedì 1 marzo

L'agitazione indetta dalle sigle sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti

Quattro ore di sciopero. Si prospetta una giornata difficile, giovedì 1 marzo 2012, per i pendolari milanesi. Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt-Uil, Faisa, Cisal e Fast hanno infatti indetto un'agitazione dei trasporti di mezza giornata. La protesta è stata decisa per le condizioni dei trasporti nel Paese, "peggiorate dalle decisioni del Governo". I mezzi Atm potranno essere fermi dalle 8.45 alle 12.45 (qui le informazioni); il servizio ferroviario potrà subire disservizi dalle 14 alle 18.  Area C, ricorda il Comune di Milano, viene sospesa. 

"La mobilitazione e lo sciopero riguarderà tutte le attività del comparto, dal trasporto pubblico locale a quello ferroviario, dal trasporto aereo a quello marittimo e portuale - si legge in una nota -. Stop anche all'autotrasporto, alla viabilità su strade e autostrade, alla navigazione sui laghi, all'autonoleggio, al soccorso stradale ed alle funivie".

"Lo sciopero mira innanzitutto a recuperare un confronto di merito con il Governo per rispondere efficacemente alla situazione. Il Paese - sottolineano i sindacati - ha l'inderogabile necessità di riprendere a crescere per cui sono improcrastinabili interventi che introducano nei trasporti una logica di integrazione, capace di selezionare gli investimenti ed individuare i modelli di gestione, per un sistema efficace ed efficiente, integrato tra le varie modalità, sostenibile dal punto di vista ambientale e capace di regolare la libera concorrenza in un quadro di regole certe per il lavoro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero mezzi e trasporti a Milano giovedì 1 marzo

MilanoToday è in caricamento