Martedì, 16 Luglio 2024
La notizia

I poliziotti delle carceri della Lombardia entrano in agitazione

La comunicazione di sette sigle sindacali

I poliziotti penitenziari della Lombardia entrano in agitazione. Lo si apprende da una nota congiunta di sette sindacati di polizia penitenziaria: Sappe, Sinappe, Osapp, Uil Penitenziari, Uspp, Fns-Cisl e Fp-Cgil. "Le carceri lombarde - si legge nella nota - stanno attraversando un periodo molto critico derivato dalla gravissima e cronica carenza di organico di polizia penitenziaria in tutti i ruoli. Il dato del sovraffollamento detentivo, oltre a essere allarmante, è un altro fattore critico, infatti sono presenti quasi 9mila ristretti, con un trend sempre in aumento" e con una capienza regolamentare che sarebbe di 6.154 posti. Dunque un sovraffollamento del 145%, la percentuale più alta d'Italia.

Dal 'combinato disposto' di sovraffollamento e carenza di agenti deriverebbero, secondo i sindacati, "insulti, minacce, aggressioni anche gravi, incendi e tentativi di rivolte", oltre ad "atti di violenza tra detenuti, atti di autolesionismo, tentativi di evasione e purtroppo suicidi". I sindacati affermano di avere rivolto lamentele in merito al provveditorato regionale dell'amministrazione penitenziaria, senza risultati. 

Anzi, sarebbero in peggioramento le condizioni di lavoro, tra revoche dei riposi settimanali, mancate concessioni del congedo, scarsa attenzione alla sicurezza e incolumità degli agenti, turni anche di 12 ore al giorno, mancato riconoscimento del lavoro straordinario e così via. "I poliziotti delle carceri lombarde - si legge sempre nella nota - sono letteralmente esasperati, esausti e demotivati, a prestare il loro mandato istituzionale in condizioni assolutamente precarie e insicure, a gestire centinaia di detenuti, occupando più posti di servizio rilevando un maggior carico di lavoro di responsabilità ma anche di stress lavorativo e psicofisico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I poliziotti delle carceri della Lombardia entrano in agitazione
MilanoToday è in caricamento