Cronaca

Cassina De' Pecchi, protesta per chiusura sito Nokia-Siemens

Martedì 27 settembre protesta dei lavoratori Nokia Siemens contro la chiusura del sito. I sindacati: "Già rimossa insegna, centinaia di dipendenti a rischio"

Presidio per dire no alla chiusura del sito. Protesteranno martedì 27 settembre, infatti, i lavoratori di Jabil e di Nokia Siemens Networks davanti allo stabilimento dell'azienda di apparati elettronici di Cassina dé Pecchi.

Lo si apprende da una nota della Fiom-Cgil che ricorda come "350 lavoratori di Jabil da luglio presidiano lo stabilimento per scongiurarne lo smantellamento", mentre venerdì scorso è stata rimossa dall'impianto l'insegna di 'Nokia Siemens Networks', che nel sito di Cassina conta ancora 500 dipendenti. Secondo la Fiom-Cgil, dopodomani Jabil dovrà comunicare al Ministero dello Sviluppo Economico i propri progetti sugli stabilimenti di Cassina e Marcianise (Caserta), che impiega 1.200 lavoratori, mentre la scelta simbolica di Nokia Siemens Networks "sembra preludere al suo disimpegno nel settore dei ponti radio, che vengono prodotti da Jabil".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassina De' Pecchi, protesta per chiusura sito Nokia-Siemens

MilanoToday è in caricamento