Cronaca Duomo / Via Dante

Sciopero dei taxi domenica 18 maggio: Milano in tilt

Una protesta spontanea ha bloccato la circolazione dei taxi che in quasi tutta Milano sono rimasti fermi per protestare ancora una volta contro Uber

Non uno sciopero proclamato da tutte le organizzazioni di categoria come quello dello scorso 20 marzo, ma una protesta spontanea ha bloccato la circolazione dei taxi che in quasi tutta Milano sono rimasti fermi per criticare ancora una volta contro Uber, la multinazionale che attraverso la sua app mette a disposizione dei clienti un servizio di noleggio con conducente.

Non si ferma quindi la protesta nata sabato dopo che circa 300 tassisti avevano bloccato l'incontro organizzato al Wired Next Fest con la general manager di Uber Italia Benedetta Arese Lucini e l'assessore alla Mobilita' del Comune Pierfrancesco Maran.

Dopo i momenti di tensione, gia' in serata i tassisti avevano deciso di non lavorare e altrettanto hanno fatto oggi: molti sono rimasti a casa, fermo il radiotaxi mentre in Stazione Centrale, all'aeroporto di Linate e in molte piazzole di sosta e' stato garantito il servizio solo ad anziani, donne incinte, portatori di handicap e famiglie con bambini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero dei taxi domenica 18 maggio: Milano in tilt

MilanoToday è in caricamento