rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca Castello / Piazzale Luigi Cadorna

Lavoratori Trenord: "Non siamo contro i pendolari. Scioperare è l'unica arma"

I dipendenti Trenord hanno manifestato davanti alla stazione di Cadorna, chiedono che il nuovo contratto venga sottoposto ad un referendum democratico

Il traffico ferroviario nella stazione milanese di Cadorna è bloccato. Fuori, solo il personale Trenord rappresentato dal sincato Orsa, che ha proclamato lo sciopero dalle 9 fino alle 17, protesta contro la dirigenza. "Siamo costretti a scioperare - scrivono nel volantino che distribuiscono ai pendolari - perché nulla è cambiato dal 9 dicembre 2012, ripetto ai disastrosi progetti aziendali".

Sciopero Orsa venerdì 18 © Mesa Paniagua/MilanoToday

E mentre i lavoratori protestano i dirigenti sindacali stanno incontrando il nuovo amministratore delegato di Trenord, Luigi Legnani. 

"Il contratto firmato dalle altre sigle sindacali non ci sta bene - spiegano i sindacalisti dell'Orsa - e per questo noi, che rappresentiamo la maggioranza dei lavoratori del personale mobile, abbiamo proclamato un altro sciopero nella speranza che la nuova dirigenza ascolti le nostre richieste".

L'applicazione del nuovo contratto, infatti, sta causando un malcontento generale tra tutti i lavoratori che chiedono la possibilità di esprimersi attraverso un referendum democratico. "Hanno massacrato il personale di bordo", dice ad alta voce uno dei manifestanti riferendosi al nuovo contratto. E un altro aggiunge: "E' come se i treni fossero azzoppati in partenza".

Si registra grande partecipazione allo sciopero, secondo i dati del sindacato, c'è un'adesione del 100% dei macchinisti e dei capitreno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori Trenord: "Non siamo contro i pendolari. Scioperare è l'unica arma"

MilanoToday è in caricamento