menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero dei lavoratori Amazon oggi 22 marzo 2021: consegne a rischio in tutta Italia

I sindacati Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti hanno proclamato il ''braccia incrociate' di 24 ore

Sciopero del personale Amazon per lunedì 22 marzo 2021: sono dunque a rischio le consegne dell'enorme quantità di pacchi che quotidianamente distribuiscono. I sindacati Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti hanno proclamato lo sciopero nazionale di 24 ore dei lavoratori Amazon. Nella protesta sono coinvolte circa 40mila persona, tra hub, magazzini e consegne.

Amazon, sciopero del 22 marzo 2021

La protesta indetta dalle sigle sindacali per lunedì 22 marzo mette quindi a repentaglio il regolare svolgimento delle attività per quella data. Nelle 24 ore in cui i lavoratori incroceranno le braccia saranno quindi a rischio le consegne su tutto il territorio nazionale. ''A restare fermi - spiegano i sindacati in una nota - saranno anche centinaia di migliaia di pacchi che ogni giorno questi lavoratori movimentano. Sempre di più visto che l'e-commerce e Amazon in particolare con lo scoppio della pandemia stanno vivendo un vero boom di ordini e di fatturato".

Amazon apre a Pioltello: si cercano 120 persone

Sciopero Amazon, i motivi della protesta

Boom di fatturato a cui non è corrisposta, per i sindacati, una maggiore attenzione per le condizioni dei lavoratori. E si è così arrivati a uno sciopero che, per i sindacati, "è necessario perché i lavoratori sono stremati, non ce fanno più - spiega Michele De Rose, segretario nazionale della Filt Cgil - e Amazon non risponde alla richiesta di confronto. I driver, cioè coloro che consegnano materialmente i pacchi, arrivano a fare anche 44 ore di lavoro settimanale, e molto spesso per tutto il mese, inseguendo le indicazioni di un algoritmo che non conosce né le norme di conciliazione dei tempi di vita-lavoro né tantomeno i tempi del traffico delle nostre città. Dalla controparte non abbiamo trovato nessun ascolto né sui carichi di lavoro, né sulla clausola sociale in caso di cambi d'appalto, né tanto meno sulla stabilizzazione dei precari, che sono le nostre richieste principali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

Un uomo è rimasto incastrato col pene nel peso di un bilanciere

Attualità

È stato creato un giardino zen in pieno centro a Milano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento