rotate-mobile
Malcontento

Ancora uno sciopero dei mezzi Atm a Milano: metro, bus e tram a rischio

Continua la protesta del sindacato Al Cobas contro le politiche di Atm: le info

Metro, bus e tram Atm ancora a rischio a Milano. Come aveva promesso Al Cobas i lavoratori andranno 'avanti con la lotta' fino a quando non ci saranno cambiamenti. Per mercoledì 26 giugno, il sindacato ha infatti proclamato un altro sciopero dei trasporti. Per la terza volta nel giro di due mesi (dopo il 6 e il 31 maggio), macchinisti, tranvieri e autisti sono pronti a rinunciare ad altre 24 ore di stipendio per fare sentire le loro richieste all'amministrazione dell'Azienda dei trasporti milanesi.

Perché c'è ancora uno sciopero Atm a Milano: "Il personale scappa via"

Le intenzioni di sciopero sono state comunicate al ministero delle Infrastrutture e dei trasporti martedì 4 giugno. Sul calendario del dicastero è stata quindi messa in agenda la protesta: riguarderà l'intero personale Atm, avrà carattere provinciale e una durata di 24 ore (con varie modalità). 

Gli orari dei mezzi Atm per il 26 giugno

Trattandosi di un giorno settimanale, come sempre, saranno garantite alcune fasce orarie di servizio: solitamente i disagi maggiori per i passeggeri della metropolitana e dei mezzi di superficie sono dalle 8.45 alle 15 e dopo le 18, fino al termine del servizio. Tutto dipenderà dall'adesione del personale. 

Il 31 maggio, secondo quanto comunicato dai dirigenti di Al Cobas, avevano incrociato le braccia in tanti. A Milano si era fermato il 70 per cento del servizio di superficie, quindi autobus e tram, il 100 per cento del servizio delle metropolitane M1, M2 e M3, e il 70 per cento del servizio della M5. Per gli organizzatori: "I tranvieri milanesi hanno aderito in massa allo sciopero indetto da Al Cobas e bocciano senza appello l'accordo 'spot' firmato dai sindacati confederali e autonomi".

Perché si scioperano i lavoratori Atm

L'accordo a cui si riferiscono col termine spot è un documento firmato il 13 maggio da Cgil, Cisl, Uil, Faisa, Ugl e Orsa con Atm. Documento che per Al Cobas "non sposta nulla in merito alla crescita dei salari e del loro potere d'acquisto ed è pesantemente punitivo, esclusivista e discriminatorio". Quella dei salari, con la richiesta di 150 euro netti in più per i lavoratori, resta una - ma non l'unica - delle principali battaglie portate avanti dalle proteste di questi giorni.

Lo sciopero di mercoledì 26 giugno non avrà conseguenze sul servizio dei treni Trenord in Lombardia. Il personale Trenord si fermerà invece alcuni giorni prima per una protesta di 23 ore proclamata dalle sigle sindacali Osr Uilt-Uil e Orsa Ferrovie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora uno sciopero dei mezzi Atm a Milano: metro, bus e tram a rischio

MilanoToday è in caricamento