menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero metro, mezzi e treni a Milano giovedì 18 giugno: orari e informazioni

Tutte le indicazioni sull'agitazione

Giovedì 18 giugno 2020 è programmato il primo sciopero dopo il lockdown dovuto alla pandemia del coronavirus.

Al mattino l'agitazione riguarda i treni regionali e suburbani. Al pomeriggio, e fino alla sera, i mezzi cittadini. I lavoratori possono incrociare le braccia per 4 ore e lo sciopero è stato indetto a livello nazionale. La sigla sindacale, si legge in una nota, chiede "tutela della salute e sicurezza dei lavoratori e della collettività nella Fase 2", sottolinea che non c'è stata "nessuna misura a sostegno dei lavoratori del Tpl varata dal Governo" e auspica la "ripubblicizzazione dei servizi essenziali".

Quando si fermano i treni

Dalle 9.30 sciopero dei treni I primi a fermarsi potrebbero essere i treni. "Si avvisa - segnala il sito di Trenord - che, nella giornata di giovedì 18 giugno 2020, è previsto uno sciopero al quale potrebbe aderire esclusivamente il personale appartenente al gestore dell'infrastruttura Ferrovienord S.p.A". A rischio sono "i treni regionali e suburbani circolanti su rete Ferrovienord", che possono fermarsi dalle 9.30 alle 13.29. "Coinvolti - spiega Trenord - i collegamenti Milano Cadorna/Milano Centrale/Milano P.ta Garibaldi - Malpensa Aeroporto e Malpensa Aeroporto - Bellinzona. Possibili ripercussioni anche per i treni delle linee S1 Saronno - Milano Passante - Lodi. S2 Mariano C. - Milano Passante - Milano Rogoredo, S9 Saronno - Seregno - Milano - Albairate, S13 Milano Bovisa - Pavia". "In caso di non effettuazione dei treni, autobus sostitutivi no-stop saranno istituiti limitatamente per i soli collegamenti aeroportuali di "Milano Cadorna - Malpensa Aeroporto" e S50 "Malpensa Aeroporto - Busto Arsizio FS". Da Milano Cadorna gli autobus partiranno da via Paleocapa 1", conclude Trenord.

Sciopero metro e mezzi

I lavoratori Atm potranno invece fermarsi dalle 18 alle 22, quando a rischio saranno i treni delle quattro linee metropolitane, gli autobus e i tram di Milano.  "Pianificate con largo anticipo i vostri spostamenti per evitare maggiori tempi di viaggio nel pomeriggio - l'invito dell'azienda di Foro Bonaparte -. Vi ricordiamo che, per mantenere il distanziamento su treni e banchine, in metropolitana gli ingressi sono scaglionati con la chiusura temporanea dei tornelli. In superficie, potrebbe essere necessario aspettare più vetture prima di poter salire a bordo". Rischio caos anche per i pullman Agi: "Potranno subire ritardi e cancellazioni le linee 201, 220, 222, 230, 328, 423, 431, 433. Saranno garantite le corse in partenza dai capolinea e indicate negli orari pubblicati: dall’inizio del servizio fino alle ore 19:00 e dalle 23:01 fino al termine del servizio. Potrebbero non essere garantite tutte le corse in partenza dalle ore 19:01 alle 23:00", chiarisce sempre Atm. In "dubbio" anche la linea 965 gestita da Star, la Pioltello-Milano. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento