Le motivazioni

Dall'Ucraina all'aumento di 300 euro, passando per il reddito di cittadinanza: le ragioni dello sciopero

Venerdì 26 maggio è in arrivo uno sciopero dei lavoratori del settore dei trasporti: la protesta di Usb

Per venerdì 26 maggio è in programma uno sciopero generale nazionale dei trasporti che coinvolgerà il personale Atm di Milano, Autoguidovie, Trenord, Trenitalia e perfino i taxi. L'agitazione, che potrebbe mandare in tilt l'intero sistema della mobilità, a eccezione del trasporto aereo, è stata proclamata dall'organizzazione sindacale Usb il 3 aprile, come calendarizzato sul sito del ministero dei Trasporti e delle infrastrutture.

Gli orari dello sciopero in programma per il 26 maggio

Cosa chiedono i lavoratori con lo sciopero?

Lo sciopero - si legge sul sito Atm - è stato proclamato per chiedere l'attenzione su una molteplicità di questioni anche slegate tra loro. Si va dagli aumenti salariali di 300 euro e per una nuova indicizzazione al minor coinvolgimento dell'Italia nella guerra in Ucraina. Così come si chiede la riduzione dell'orario di lavoro a 32 ore settimanali e l'introduzione del reato di omicidio sul lavoro. E ancora si difende il Redditto di Cittadinanza e si chiede che ci siano più assunzioni nella pubblica amministrazione (un milione di posti).

Nel dettaglio il sindacato rivendica "aumenti salariali di 300 euro e per una nuova indicizzazione; contro il codice appalti, il decreto Cutro e il progetto di autonomia differenziata; per l’abolizione dell’IVA e per il tetto ai prezzi sui beni prima necessità; per la detassazione di pensioni e le minime a 1.000 euro; per un milione di assunzioni nella Pa; in difesa del Reddito di Cittadinanza; per il salario minimo a 10 euro, la riduzione dell’orario di lavoro a 32 ore a parità salario, il diritto ai servizi pubblici gratuiti, il diritto alla casa e per il blocco di sfratti e sgomberi; per tutela e salute nei luoghi lavoro e l’introduzione del reato di omicidio sul lavoro; contro l’assoggettamento delle istituzioni scolastiche agli interessi delle aziende private; in difesa del diritto di sciopero; contro il coinvolgimento nella guerra in Ucraina".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'Ucraina all'aumento di 300 euro, passando per il reddito di cittadinanza: le ragioni dello sciopero
MilanoToday è in caricamento