Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Scioperi

Milano, sciopero Trenord in arrivo: treni fermi per 24 ore nel bel mezzo della settimana

Si tratta del quinto sciopero dal mese di maggio, sottolinea il sindacato Orsa in una nota

Ancora uno sciopero dei treni in arrivo. Ancora proclamato da Orsa. Dopo la manifestazione del 15 dicembre, il sindacato ha indetto un nuovo sciopero per i dipendenti Trenord, il primo del 2020, dalle 3 di mercoledì 8 gennaio alle 2 di giovedì 9. Quasi  24 ore con la differenza che questa volta non sarà di domenica e quindi i disagi, verosimilmente, saranno maggiori anche se ci saranno le fasce orarie di garanzia come previsto dalle normative.

Gli orari dello sciopero dell'8 gennaio

Le ragioni dello sciopero

A dare la notizia con una lettera è il segretario regionale Adriano Coscia al vertice dell'Azienda. Tra le motivazioni addotte, il permanere delle "problematiche evidenziate nelle procedure di raffreddamento", oggetto di un accordo sulle "code contrattuali" dell'aprile del 2015, rinnovato negli anni successivi, ma che, secondo il sindacato Orsa "ad oggi non hanno trovato soluzione".

Si tratta del quinto sciopero dal mese di maggio, sottolinea il sindacato Orsa in una nota. Il personale manifesta per diverse ragioni: le condizioni di lavoro, che riguardano fra l'altro i turni, le differenze di stipendio, la programmazione e l'organizzazione.

La polemica tra il sindacato e Trenord

In occasione dell'ultimo sciopero l'azienda aveva criticato apertamente il sindacato. "Orsa ha nuovamente proclamato uno sciopero per domenica 15 dicembre. L’agitazione, che era stata ritirata dal sindacato lo scorso 27 novembre, è stata nuovamente proclamata, con obiettivi conflittuali verso l’azienda allo scopo di causare significativi disagi alla mobilità in occasione dei grandi eventi del periodo natalizio", l'attacco di Trenord in una nota.

"Negli ultimi sei mesi, con tutte le altre organizzazioni sindacali Trenord ha siglato tre accordi storici che valgono, a favore dei lavoratori, oltre 13 milioni di euro. Contrariamente a quanto affermato pretestuosamente da Orsa tali accordi preludono l’avvio delle trattative per il rinnovo del contratto di lavoro in un contesto di relazioni sindacali positive - la versione dell'azienda -. Orsa, che rappresenta poco più del 14% del totale del personale, ha scelto invece la via conflittuale, nonostante le raccomandazioni della Commissione di Garanzia, puntando a nuocere tanto ai lavoratori quanto alle migliaia di persone che hanno programmato di utilizzare il treno alla vigilia delle festività natalizie".

E ancora, sempre con toni piccati: "Orsa ha proclamato lo sciopero in un giorno festivo, per cui non sono previste le fasce di garanzia come accade invece nei feriali. Una scelta di totale indifferenza verso il diritto alla mobilità dei cittadini che rischia di generare disagi significativi anche sulla viabilità stradale. Per questo Trenord, paventando rischi per l’ordine e la mobilità pubblici, ha informato le Prefetture di Milano e Como. L’azienda - conclude Trenord - auspica che prevalga il senso di responsabilità dei lavoratori per dimostrare a tutti i cittadini il valore del servizio che Trenord offre sul territorio lombardo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, sciopero Trenord in arrivo: treni fermi per 24 ore nel bel mezzo della settimana

MilanoToday è in caricamento