rotate-mobile
Cronaca

Scontri in Università Statale, 9 mesi di carcere per gli antagonisti

Scontri in Statale: ci sono state condanne tra i sei e i nove mesi di reclusione inflitte a sette persone accusate a vario titolo di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento, violazione della legge sulle armi per la detenzione di sampietrini, sassi e un ombrello

Ci sono state condanne tra i sei e i nove mesi di reclusione inflitte a sette persone accusate a vario titolo di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento, violazione della legge sulle armi per la detenzione di sampietrini, sassi e un ombrello, e altri reati in relazione ai disordini che si sono verificati all'Universita' Statale, il 6 maggio 2013, durante l'occupazione della libreria ex Cuem e lo sgombero da parte delle forze dell'ordine.

La sentenza e' stata pronunciata dal collegio della quarta sezione penale del Tribunale di Milano, presieduto dal giudice Oscar Magi, che ha condannato gli imputati a pene piu' lievi rispetto alle richieste avanzate dal pm Piero Basilone, che aveva proposto condanne fino a tre anni e cinque mesi.

Tra gli imputati figurava Graziano Mazzarelli, arrestato nel luglio scorso con l'accusa di terrorismo per aver partecipato all'assalto notturno del cantiere della Tav di Chiomonte il 13 maggio 2013, oggi condannato a 8 mesi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri in Università Statale, 9 mesi di carcere per gli antagonisti

MilanoToday è in caricamento