Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Piazza Pompeo Castelli

Scritta delle Br a pochi metri dalla casa di una vittima del terrorismo

E' comparsa vicino all'abitazione di Antonio Iosa, che nel 1980 fu gambizzato in una sede della Dc

Repertorio

Una scritta che inneggia alle Brigate Rosse (l'immagine è di repertorio) è comparsa su un muro di Milano a pochi metri di distanza dall'abitazione di un gambizzato delle Br, Antonio Iosa, in piazza Pompeo Castelli. L'uomo, ormai 85enne, ha chiesto che il Comune la faccia cancellare immmediatamente. E' il secondo caso in pochi giorni, dopo i manifesti murali trovati a Sesto San Giovanni in viale Marelli.

La scritta milanese esprime solidarietà a Nadia Desdemona Lioce, condannata all'ergastolo per gli omicidi di Massimo D'Antona, Marco Biagi ed Emanuele Petri. Antonio Iosa, nel 1980, venne gambizzato da un "commando" delle Brigate Rosse capeggiato da Pasqua Aurora Betti nella sede del circolo Perini di Quarto Oggiaro, un ritrovo della Democrazia cristiana. In quella occasione, vennero gambizzate quattro persone tra cui Iosa e il deputato Nadir Tedeschi.

Venerdì 28 settembre è prevista, all'Aquila, la ripresa del processo contro la Lioce per le sue proteste contro la detenzione in 41bis.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scritta delle Br a pochi metri dalla casa di una vittima del terrorismo

MilanoToday è in caricamento