Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Fiera / Via Alcuino

"I froci non sono naturali": scritta omofoba fuori dal liceo Severi, la reazione della preside

La preside condanna la scritta e invita tutti a leggere l'articolo 3 della Costituzione

La scritta - Foto Ansa

Altro blitz firmato dall'estrema destra fuori dal liceo Severi di Milano. Lunedì mattina, infatti, davanti al cancello d'ingresso sull'asfalto è comparsa la scritta: "È inutile giustificarli con la biologia. I froci non sono naturali". Accanto alla frase, tracciata di bianco, c'era il simbolo di "Blocco studentesco", la formazione giovanile di CasaPodund. 

Ad aprile scorso, proprio fuori dallo stesso istituto, sempre il "Blocco" aveva affisso lo striscione "basta Anpi nelle scuole" prima di una assemblea dal titolo "Fascismi vecchi e nuovi" con la partecipazione dell'attore Moni Ovadia e dello scrittore Tiziano Tussi.“

La dirigente scolastica dell'istituto ha diffuso ieri una circolare rivolta a studenti, insegnanti e personale scolastico per esprimere il "forte dissenso nei confronti della scritta omofoba e ingiuriosa". Per ribadire i valori condivisi dell'istituto la preside ha invitato tutti a rileggere nelle aule l'articolo 3 della Costituzione italiana, che stabilisce che tutti i cittadini hanno pari dignità sociale senza distinzione di sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche e condizioni personali e sociali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I froci non sono naturali": scritta omofoba fuori dal liceo Severi, la reazione della preside

MilanoToday è in caricamento