menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Yara Gambirasio

Yara Gambirasio

Delitto Yara, anche una lettera di tre pagine al cappellano

Si infittisce il mistero a Rho: dopo la scritta sul registro, la lettera al cappellano dell'ospedale e una telefonata in portineria.

Non solo il messaggio lasciato sul registro della chiesa dell'ospedale di Rho, ma anche una lettera di tre pagine indirizzata al cappellano. "Qui è passato l'omicida di Yara Gambirasio. Che Dio mi perdoni", si leggeva sul registro. Ma a quanto si è saputo, martedì don Antonio Citterio, cappellano dell'ospedale, ha trovato una busta con una lettera firmata da un certo Mario, sotto lo zerbino della porta di casa.

Nessun indizio ma solo una telefonata alla portineria: "Buongiorno, mi chiamo Mario, sono malato di cancro. Sono io l'autore del messaggio in chiesa su Yara. Volevo solo sapere se il cappellano ha ricevuto la mia lettera". Gli inquirenti sono per ora scettici, ma stanno vagliando la lettera (il cui contenuto è per ora top secret) perché non vogliono trascurare alcuna pista.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento