rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
L'accaduto / Segrate

Le ignobili scritte contro i ragazzi disabili sul muro di Segrate

Il muro è stato recentemente riqualificato proprio dai ragazzi di un'associazione locale

Insulti, svastiche e bestemmie sul muro riqualificato recentemente dai Ragazzi di Robin, un'associazione no profit di famiglie e ragazzi disabili di Segrate che si occupa sia del tempo libero sia di formazione e progetti di inclusione sociale. Le scritte comparse nella notte tra il 12 e il 13 novembre portano anche la tag (firma) di Zule, ma l'associazione non è caduta nel tranello e, in un post su Facebook in cui si è rivolta all'ignoto autore delle scritte, ha affermato tra l'altro che "lui è nostro amico, lo conosciamo e divide con noi un percorso educativo e artistico di cui tu non sei nemmeno degno".

Il sindaco di Segrate, Paolo Micheli, ha promesso una rapida identificazione del responsabile, visto che la zona è coperta da telecamere di sorveglianza. Sui social network è immediatamente partita la solidarietà nei confronti dell'associazione, la cui presidente Melania Bergamaschi ha dichiarato di essere pronta ad ascoltare una spiegazione da parte del responsabile del gesto.

Toccante il post su Facebook scritto dall'associazione stessa: "Noi siamo handicappati di merda (una delle scritte, n.d.r.), ma almeno siamo felici, in un modo che tu non saprai mai quanto. Piuttosto della tua rabbia e del tuo odio represso, preferiamo la nostra gioia di stare al mondo così come siamo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le ignobili scritte contro i ragazzi disabili sul muro di Segrate

MilanoToday è in caricamento