Cronaca Porta Venezia / Via Palestro

Via Palestro, scritte sui muri per l’anniversario: “41 bis tortura”

I graffiti, tutti a lettere bianche cubitali, sono apparsi in diversi punti della città. L'invito di David Gentili: "Se ne individuate qualcuna, segnalate. Censuriamo la campagna di sostegno ai mafiosi"

Una delle scritte contro il 41 bis - Foto da Tv Svizzera

Hanno atteso la vigilia dell’anniversario. Hanno aspettato uno dei giorni più sentito dalla città e dai cittadini. Poi, si sono palesati. Hanno mostrato il loro “volto anonimo”. E hanno infangato la storia e il ricordo. 

Nel fine settimana sono apparse a Milano scritte contro il 41 bis, il regime di carcere duro riservato ai condannati per mafia. Il pensiero di esponenti politici o semplici milanesi è andato immediatamente alla strage di via Palestro, accaduta la sera del 27 luglio 1993. 

“Stanno comparendo diverse scritte in tutta Milano contro il 41 bis”, è stato l’allarme lanciato da David Gentili, presidente della commissione antimafia del comune di Milano. “Scritte particolari – ha spiegato - bianche, a caratteri grandi, grafia incerta, ma ben studiate. L’assessore Rozza ha già dato indicazione per cancellarne tre. Segnalazioni sono giunte per Piazza Sire Raul, Piazza Maciachini e una, non specificata in zona San Siro”. 

Poi, l’invito ai cittadini a non far finta di non vedere. “Se ne individuate qualcuna - ha scritto Gentili - inviate a me o al Presidente di Zona, oppure all'assessore le indicazioni. Le faremo cancellare immediatamente. Per la commemorazione della Strage di Palestro, ci piacerebbe coinvolgere i cittadini stessi nel censurare con nettezza una campagna aggressiva, anonima, di sostegno ai mafiosi, che ci preoccupa. Vi prego di condividere il messaggio”. 

Sembra evidente, insomma, che le scritte - molte delle quali recitano “41 bis = tortura” - siano riferite alla strage di via Palestro. Per quell’autobomba alla Galleria d’arte moderna e al padiglione d’arte contemporanea, che costò la vita a cinque persone, sono stati ritenuti responsabili tutti i capi di Cosa nostra del tempo.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Palestro, scritte sui muri per l’anniversario: “41 bis tortura”

MilanoToday è in caricamento