Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Via Milano

Boom di studenti stranieri nelle scuole: a Baranzate superano gli italiani, è record

La regione con più alunni stranieri in assoluto è la Lombardia, oltre duecentomila

Immagine di repertorio

Boom di studenti stranieri nelle scuole milanesi, così come in quelle italiane. La regione con più alunni stranieri in assoluto è la Lombardia (oltre duecentomila).

Nel comune di Baranzate (Mi) primo in Italia, in particolare, gli stranieri superano gli italiani: ogni cento alunni cinquantatre provengono o hanno genitori di altre nazioni (rapporto del 53,4  percento). Al terzo posto nella speciale classifica, pubblicata dal ministero dell'Istruzione dell'università e della ricerca (Miur) e dalla Fondazione Ismu, si posiziona un altro comune della provincia milanese: Pioltello, con un rapporto di 31,3 percento. In entrambi i casi si tratta nella maggior parte di ragazzi nati in Italia ma senza la cittadinanza.

Il quadro nazionale complessivo, per l'anno scolastico 2014-15, ha registrato 157.153 alunni con cittadinanza romena, seguiti da albanesi (108.331) e marocchini (101.584). A distanza troviamo il gruppo degli alunni di origine cinese (41.707) e filippina (26.132).

Il rapporto spiega che nella scuola dell'infanzia i paesi che mostrano percentuali significative superiori alla media sono il Bangladesh (27,1 percento), il Marocco (25,8 percento) e l'Egitto (23,8 percento); nelle scuole primarie oltre al Bangladesh (43,2 percento) e all'Egitto (39,6 percento) si aggiungono il Pakistan (40,1 percento) e l'India (39,5 percento). Nelle secondarie di primo grado gli studenti più numerosi sono originari della Cina (24,7 percento), della Macedonia (24,4 percento) e delle Filippine (24,1 percento). Infine nella secondaria di secondo grado sono particolarmente numerosi gli studenti dell'Europa orientale (ucraini 39,4 percento e moldavi 38 percento) e i latinoamericani (peruviani 34 percento e ecuadoriani 33,9 percento).

Il calcolo dell'indice di associazione tra province e principali nazionalità evidenzia che i tunisini si concentrano soprattutto a Trapani (con ben 13 volte la percentuale di presenza rilevata in Italia) e a Ragusa (10 volte), i cinesi a Prato (9 volte); gli ucraini nelle province campane (oltre 7 volte a Caserta e quasi 7 a Napoli, 5 volte ad Avellino e Salerno, 4 volte a Benevento); gli indiani nelle province di Mantova e Cremona (6 volte), di Latina (5 volte), di Reggio Emilia e Brescia (3 volte); i filippini nelle province di Messina, Cagliari (4 volte) e Milano (3 volte); i moldavi nelle province di Parma (4 volte), Padova e Venezia (3 volte), gli albanesi nella provincia di Pistoia (3 volte), i peruviani nelle province di Milano e Firenze (3 volte), i marocchini nella provincia di Biella (3 volte), i rumeni nella provincia di Agrigento (quasi 3 volte).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom di studenti stranieri nelle scuole: a Baranzate superano gli italiani, è record

MilanoToday è in caricamento