menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il rendering

Il rendering

SeiMilano, il progetto di rigenerazione urbana nei pressi della fermata metro Bisceglie

Proiezioni Future, la joint venture tra Borio Mangiarotti e Värde Partners, ha finalizzato un accordo con Invesco Real Estate per la cessione del secondo lotto residenziale di SeiMilano

Proiezioni Future, la joint venture tra Borio Mangiarotti e Värde Partners, ha finalizzato un accordo con Invesco Real Estate per la cessione e lo sviluppo del secondo lotto residenziale di SeiMilano, progetto di rigenerazione urbana nelle vicinanze della fermata della metropolitana Bisceglie a Milano, il cui appalto è stato affidato a Borio Mangiarotti Spa.

Il lotto residenziale acquisito da Invesco real estate prevede la costruzione di circa 650 appartamenti distribuiti su 11 edifici che saranno interamente destinati all’affitto multifamily. Invesco Real Estate sta investendo oltre 150 milioni di euro per 53.000 metri quadrati di superficie commerciale all’interno del progetto.

Negli scorsi mesi è stata avviata la commercializzazione del primo lotto residenziale di SeiMilano, che ha ottenuto risultati record in un periodo particolarmente difficile, segnato dall’esperienza del lockdown. Sono infatti sold out le residenze ad oggi immesse sul mercato.

Proseguono anche i lavori in cantiere: sono stati completati gli interrati del primo lotto residenziale ed è stata avviata la realizzazione delle strutture fuori terra. La fine dei lavori è prevista entro la fine del 2022 per il primo lotto residenziale e gli uffici, ed entro la fine del 2024 per il secondo lotto residenziale.

Il progetto SeiMilano

SeiMilano vanterà più di 116 mila metri quadrati di verde e 3.215 nuovi alberi. Il polmone verde sorgerà tra via Calchi Taeggi e via Fratelli Zoia, nella periferia ovest di Milano in zona Bisceglie. Disegnato da Michel Desvigne, paesaggista di fama mondiale, è parte della realizzazione del nuovo quartiere residenziale SeiMilano. È incentrato sulla "miniaturizzazione" del paesaggio della pianura padana: bordature e filari, dighe, rogge, fossati e canali ne costituiscono sia il perimetro sia la "trama" interna.

In questo modo, sia pure in modo "artificiale", in zona Bisceglie entreranno profumi, colori e vegetazione della campagna. Gli alberi, le siepi e i frutteti separeranno le aree verdi da quelle attrezzate per lo sport e dai campi coltivati, così come gli orti e i giardini privati vicini alle abitazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento