rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Sigarette di contrabbando a Malpensa: tremila chili sequestrati in un anno e mezzo

125 persone controllate e un arrestato: aveva già collezionato due condanne per lo stesso motivo

Tremila chili di tabacchi lavorati esteri sequestrati a Malpensa dal 2014 ad oggi. Lo ha reso noto la guardia di finanza, che - insieme all'agenzia delle dogane - ha presentato l'operazione "Smoking Cleopatra", articolata e complessa, per reprimere l'importazione illegale di sigarette da Cina, Nord Africa ed Est Europa. Sono 125 i passeggeri in arrivo controllati in tutto questo tempo. 88 di loro sono stati denunciati, mentre 36 sono stati segnalati all'autorità competente perché la quantità che stavano trasportando era inferiore a 10 chili. Le multe ammontano a più di 350 mila euro.

Una persona è stata anche arrestata, perché recidiva. Aveva infatti già subito due condanne, per lo stesso reato, dal tribunale di Busto. Si tratta del lettone D.A., 28enne, scoperto con 40 chili di sigarette dopo essere atterrato con un aereo proveniente dalla capitale ucraina Kiev. I Paesi "primi in classifica" per provenienza sono la Russia e l'Egitto (25 passeggeri ciascuno). 22 provengono dalla Cina e 20 dal Senegal. 

Sempre più diffuse le sigarette di tipo "cheap white", illegali in Ue ma prodotte legalmente in alcuni Paesi soprattutto del medio oriente, che hanno pacchetti molto simili alle marche più conosciute, ma sono considerate ancora più dannose per la salute. 

Particolarmente "attiva" nel fronte anti contrabbando è Jacky, esemplare femmina di pastore belga, che in poco tempo ha "scovato", o per meglio dire fiutato, 45 chili di tabacchi lavorati. 

Controllate anche 844 spedizioni di merce nell'area dei magazzini doganali. I sequestri in questo caso sono stati di 600 chili e le persone denunciate sono state due.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sigarette di contrabbando a Malpensa: tremila chili sequestrati in un anno e mezzo

MilanoToday è in caricamento