Affare Fontana, la finanza sequestra 25mila camici nell'azienda del cognato: si indaga

Secondo gli investigatori farebbero parte dei camici destinati alla Regione. I dettagli

Attilio Fontana

Blitz della finanza all'interno della sede di Dama. È successo nella serata di martedì 28 luglio e durante gli accertamenti i finanzieri hanno trovato 25mila camici per operatori sanitari; dispositivi di protezione che farebbero parte dell'ordine da 75mila pezzi commissionato alla società di proprietà di Andrea Dini, cognato del governatore lombardo Attilio Fontana, da parte di Aria, la centrale acquisti di Regione Lombardia.

I camici sono stati trovati durante una perquisizione condotta nella serata di martedì e si tratta di pezzi che non sarebbero mai stati consegnati alla regione dopo l'ordine del 16 aprile 2020. Indumenti che non sarebbero mai stati consegnati dopo la trasformazione del contratto tra i due enti da vendita a donazione a causa del conflitto di interessi tra Dini e Fontana, circostanza che ha portato la procura di Milano ad aprire sul caso un'inchiesta che vede ora indagati Dini, Fontana e il direttore generale dimissionario di Aria, Filippo Bongiovanni.

I capi sono stati sequestrati dagli inquirenti e nelle prossime ore saranno sottoposti ad alcune analisi per eliminare ogni dubbio sul fatto che si tratti effettivamente dei pezzi mai consegnati ad Aria e che Dama avrebbe tentato - senza successo - di rivendere a prezzo maggiorato a una casa di cura privata del Varesotto. Terminate queste procedure, la procura potrebbe dare il nulla osta affinché i camici, di cui c'è tuttora grande necessità nelle strutture ospedaliere in seguito all'emergenza coronavirus, vengano donati ad altri enti che ne abbiano bisogno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso delle perquisizioni la finanza avrebbe acquisito anche le comunicazioni intercorse tra la ditta di Dini e gli uffici di Aria per stipulare il contratto relativo alla fornitura e poi per trasformarlo in donazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Milano, paga 15 euro ed esce dall'Esselunga con 583 euro di spesa: "Sono sudcoreana"

  • Autostrade, confermato lo sciopero domenica 9 e lunedì 10 agosto: le cose da sapere

  • Bollettino coronavirus Milano: trovate altre 16 persone infette, risalgono i ricoveri

  • Hostess con febbre sul Ryanair Milano-Catania: paura per il covid

  • Sangue sul Sempione, schianto auto moto: morto ragazzo di 20 anni, gravissima l'amica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento