Giocattoli e decorazioni di Natale pericolose: maxi sequestro nel capannone cinese. Foto

Sequestrati tre milioni e mezzo di prodotti irregolari. Il titolare ha un negozio a Milano

I finanzieri nel capannone

Marchio "Ce" contraffatto. E standard di sicurezza ignorati. La guardia di finanza di Paderno Dugnano ha sequestrato oltre tre milioni e mezzo di articoli - tra luci e decorazioni natalizie e giocattoli - risultati illegali e pericolosi. 

Il "tesoro" è stato trovato in un anonimo capannone nella zona industriale di Cormano nel quale i militari hanno scoperto un vero e proprio centro illegale di stoccaggio della merce. Gli investigatori sono arrivati alla struttura, tra l'altro sconosciuta al Fisco, insospettiti dai continui movimenti di camion e operai proprio nei pressi del magazzino. 

Stando a quanto riferito dalla stessa guardia di finanza in una nota, tutto il materiale è risultato "riconducibile ad un cittadino di nazionalità cinese, titolare anche di un punto vendita a Milano".

Giochi, luci e decorazioni erano accatastati nel magazzino in centinaia e centinaia di scatoloni ed erano pronti a essere venduti ai clienti nonostante - sottolineano i finanzieri - non fossero "conformi alle regole dettate dal Codice del Consumo" e non rispettassero gli "standard di sicurezza imposti dalla legge".

Foto - I finanzieri nel negozio

Sequestro guardia di finanza giochi capannone 2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Incidente in Stazione Centrale a Milano, Frecciarossa urta il tronchino di sicurezza

  • Orrore a Milano, ragazzina di 17 anni stuprata davanti alla zia: arrestato un 29enne

  • Cercano di accoltellare Brumotti in centro a Monza: salvato dal giubbotto antiproiettile

  • Milano, tragedia nel cantiere della metro M4: Raffaele, l'uomo morto schiacciato dai detriti

  • Milano, tentato suicidio in metro: donna si lancia sui binari della rossa, ferma la M1

Torna su
MilanoToday è in caricamento