Cronaca

Parco Ticino, sequestrata un'area a Ozzero: rifiuti illegali

La polizia provinciale ha sequestrato un'area di 4000 metri quadrati a Ozzero, all'interno del Parco del Ticino, dove sono state riscontrate irregolarità nell'attività di gestione dei rifiuti di un'azienda. Dalle verifiche sono emerse diverse ipotesi di reato a carico dell'amministratore della società proprietaria del terreno ed esecutrice delle attività

La polizia provinciale ha sequestrato un’area di 4000 metri quadrati a Ozzero, all’interno del Parco del Ticino, dove sono state riscontrate irregolarità nell’attività di gestione dei rifiuti di un’azienda. Dalle verifiche sono emerse diverse ipotesi di reato a carico dell’amministratore della società proprietaria del terreno ed esecutrice delle attività.

In particolare è stata contestata la violazione al Codice dei Beni culturali per aver stoccato, in assenza dell’apposita autorizzazione e in una zona che ricade nel Parco della Valle del Ticino e quindi sottoposta a vincolo paesaggistico, un container di circa 12 metri cubi di rifiuti speciali non pericolosi (soprattutto rottami ferrosi) e cumuli di 1.110 metri cubi di terre e rocce da scavo di provenienza ignota.

Inoltre è stata accertata la violazione al Codice dell’Ambiente per gestione di rifiuti speciali non pericolosi in assenza di autorizzazione ambientale da parte della Provincia (terre e rocce da scavo e rifiuti ferrosi). Il trasporto illegittimo dei rifiuti è stato sanzionato con multe di seimila euro.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Ticino, sequestrata un'area a Ozzero: rifiuti illegali

MilanoToday è in caricamento