rotate-mobile
Cronaca Casoretto / Via Andrea Costa

Il finto manager senza un lavoro ma con un tesoro di quasi 100mila euro

Nei guai un 23enne francese. La polizia gli ha sequestrato beni per 90mila euro

Nessun reddito, nessun lavoro. Eppure, soldi in contanti, auto e orologi di lusso. Nei giorni scorsi la polizia di Milano ha sequestrato a un 23enne francese beni per un valore di circa 90mila euro. I fari degli agenti meneghini sul giovane si erano accesi a maggio scorso, quando una donna aveva denunciato in via Fatebenefratelli di essere stata derubata di un Frank Muller di 40mila euro. 

A farla cadere nel tranello, stando a quanto lei stessa aveva raccontato, era stato tale Viktor Bakarian, un sedicente manager di una società con sede a Londra rivelatosi poi semplicemente un truffatore. Il presunto uomo d'affari aveva contattato la donna in rete, l'aveva ospitata in un ufficio di via Costa - in realtà preso in affitto - e lì aveva pagato l'orologio con banconote false, con la scritta facsimile sopra. 

Cercando negli archivi il nome Viktor Bakarian, gli investigatori hanno scoperto che era stato fermato dal commissariato di Rho insieme a un secondo uomo e che entrambi erano stati denunciati perché trovati in possesso di soldi contraffatti. Leggendo il verbale del controllo, gli agenti hanno anche verificato che nel telefono di uno dei era stata trovata una chat in cui l'uomo si presentava con quel nome e che nella stessa chat c'era una foto proprio del Frank Muller. 

Stringendo il cerchio, i poliziotti sono così arrivati al 23enne francese e gli specialisti della divisione anticrimine hanno dimostrato che non aveva redditi tali da giustificare il possesso di beni di lusso. Così, con l'ok del tribunale meneghino, al giovane sono stati sequestrati contanti, un'auto e un orologio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il finto manager senza un lavoro ma con un tesoro di quasi 100mila euro

MilanoToday è in caricamento