Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

"Mi sto facendo crescere il seno": ma sotto il maglione c'era la marijuana

E in casa aveva una mini serra nascosta nel sottotetto. Scoperto, ha picchiato i carabinieri

La marijuana sequestrata

Mi sto facendo crescere il seno. Così si è giustificato ai carabinieri, che lo avevano notato insospettendosi e lo avevano fermato alla guida di un'auto. La cura ormonale non ha però convinto i militari, che hanno ispezionato l'uomo (di 31 anni) sotto il maglione, scoprendo due involucri che a loro volta contenevano marijuana per un paio di etti.

Durante la successiva perquisizione casalinga, in via Roma a Cassolnovo (in Lomellina), dietro finte pareti in cartongesso, è spuntato un sottotetto non visibile a una prima occhiata. E nel sottotetto una serra per la coltivazione di due piante di cannabis, con altri tre involucri di marijuana (circa mezzo chilo) pronta per essere venduta.

Il 31enne a quel punto ha reagito con violenza: ha colpito un carabiniere con una testata alla bocca e ne ha ferito un altro alla testa. Poi, cessata la colluttazione e immobilizzato l'uomo, si è anche scoperto che tutto l'impianto elettrico dell'abitazione (compresa la lampada alogena che serviva a far scaldare la serra) era allacciato abusivamente alla rete pubblica dell'Enel.

Il giovane è stato arrestato per produzione e detenzione di sostanze stupefacenti e denunciato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e furto di energia elettrica. I due carabinieri feriti sono stati medicati all'ospedale di Vigevano. Uno dei due ha subìto un trauma alle labbra con leggera frattura di due denti, l'altro un lieve trauma cranico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi sto facendo crescere il seno": ma sotto il maglione c'era la marijuana

MilanoToday è in caricamento