rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023

L'incredibile maxi serra di marijuana da milioni di euro. Video

Scoperta maxi serra di marijuana lungo la Valassina. Due persone in manette

Una fabbrica di droga, con le foglie di canapa coltivate in maniera intensiva in un capannone presidiato da due uomini armati. Questa la scoperta fatta dai carabinieri della compagnia di Seregno all'alba di venerdì, all'interno di un capannone a Monguzzo, nel Comasco, lungo la Valassina, la statale che dal nord Milano porta in Brianza. 

Proprio qui infatti qualcuno aveva segnalato la presenza di un opificio clandestino dove lavoravano dipendenti in nero. In realtà anziché accertare la presenza di lavoratori irregolari i militari dell'Arma hanno scovato una serra allestita per la coltivazione intensiva della marijuana. Più di 1.300 piante di canapa indiana da cui sarebbero poi stati ricavati anche duecento chili di sostanza stupefacente che, se immessa sul mercato nero dello spaccio, avrebbe fruttato quasi un milione e mezzo di euro. E altri 1700 piantine erano già pronte per sostituire le altre, con un potenziale ricavo totale che supera quindi i 3 milioni di euro.

All'interno del capannone sono stati fermati due uomini di 25 e 36 anni, entrambi incensurati, cittadini albanesi. I due vivevano all'interno dello stabile dove avevano allestito una dependance di fortuna ed erano armati di una pistola clandestina assemblata con silenziatore e relativo caricatore. Ora sono finiti in manette per coltivazione illecita di sostanze stupefacenti e per la detenzione dell’arma clandestina.

Il capannone, allestito con 40 ventilatori e 100 lampade riscaldanti e grossi condizionatori industriali, è stato posto sotto sequestro.

La pistola con silenziatore sequestrata dai carabinieri

Si parla di

Video popolari

L'incredibile maxi serra di marijuana da milioni di euro. Video

MilanoToday è in caricamento