La lussuosa villa milanese trasformata in una serra di marijuana: uomo tradito dall'odore

Arrestato un albanese: aveva creato una serra in una villa di Vanzaghello. La storia

Troppo odore. Troppa corrente. Un uomo, si tratta di un cittadino albanese, è stato arrestato nelle scorse ore con l'accusa di coltivazione di sostanze stupefacenti dopo essere stato sorpreso "al lavoro" in una mega serra di marijuana "artigianale". 

A bloccarlo sono stati i militari della guardia di finanza di Varese, che nell'ambito di un'indagine sullo spaccio sono arrivati a un capannone di Lontate Pozzolo, nel Varesotto, e al deposito di una lussuosa villa di Vanzaghello, nel Milanese, che erano stati trasformati in due serre al coperto. A gestire la struttura di Lonate era un cittadino italiano, mentre la serra nella villa era di proprietà dell'albanese. 

I finanzieri, durante il blitz, hanno accertato che i due avevano a disposizione tutto l'occorrente, da veri professionisti: dagli essiccatori ai macchinari per la separazione automatica delle infiorescenze passando per le lampade ad irraggiamento e gli aeratori per accelerare la crescita delle piante. Al momento delle perquisizioni le fiamme gialle sono riuscite a mettere le mani su 1.700 piante e 40 chili di infiorescenze. A tradire i due coltivatori sono stati i consumi di corrente elettrica notturni, decisamente troppo alti per non attirare l'attenzione degli investigatori. In più all'esterno della villa di Vanzaghello, hanno spiegato dalla Gdf, si percepiva di continuo un forte odore di marijuana che arrivava fino alle strade e alle case vicine. 

Nei guai è finito anche un secondo albanese, che al momento del blitz era insieme al "titolare" della serra milanese. L'uomo è stato trovato in possesso di 9mila euro in contanti ed è stato denunciato a piede libero per spaccio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento