Cronaca

Fanno sesso in un edificio abbandonato vicino alla stazione: denunciati per "invasione di terreni"

L'edificio è di proprietà di Reti Ferroviarie Italiane. Ne danno notizia i carabinieri

Denunciati per il reato di occupazione abusiva ("invasione di terreni")

Da sempre, in ogni latitudine, gli innamorati cercano luoghi appartati per lasciarsi andare alla passione senza farsi notare da occhi indiscreti. Sia perché l'intimità è per sua natura privata, non condivisibile, da non esporre alla mercé di tutti, sia più prosaicamente per non incorrere nel reato di atti osceni in luogo pubblico, che rappresentanti particolarmente solerti delle forze dell'ordine potrebbero contestare anche a chi s'apparta all'interno di un'automobile (ben nascosta, magari).

Ma sono anche altre le cose a cui prestare attenzione, nella scelta del luogo. Ne sanno qualcosa due giovani, un 21enne e una 18enne, che sono stati "sorpresi" dai carabinieri mentre si scambiavano effusioni sentimentali in un luogo che, evidentemente, consideravano sicuro. I due ragazzi si erano nascosti all'interno di un edificio abbandonato nei pressi della stazione ferroviaria di Mortara, nel Pavese. 

Lo stabile è di proprietà delle Reti Ferroviarie: e gli integerrimi carabinieri ne hanno tratto le conseguenze. I due giovani non avevano alcun "titolo" per trovarsi all'interno. Risultato: denunciati entrambi per "invasione di terreni ed edifici". La prossima volta dovranno ingegnarsi per trovare un luogo realmente "sicuro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fanno sesso in un edificio abbandonato vicino alla stazione: denunciati per "invasione di terreni"

MilanoToday è in caricamento