menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Milano all'alba (foto Matteo valentini)

Milano all'alba (foto Matteo valentini)

Seveso e Lambro esondati: la situazione domenica 16

Milano torna alla normalità dopo le esondazioni di sabato

Torna alla normalità, nella giornata di domenica 16 novembre, grazie anche al cessare della pioggia, la situazione a Milano, dopo una giornata davvero difficile, che ha visto esondare Seveso e Lambro e mettere in "ginocchio" numerosi quartieri.

Prima il Seveso, intorno alle 13.40 di sabato 15, poco dopo il Lambro, hanno "invaso" le strade e i parchi. Una novantina di pattuglie della polizia locale, oltre a vigili del fuoco e protezione civile, ma anche Amsa e MM, hanno lavorato tutta la notte per limitare al massimo i disagi. Problemi anche a Nord Milano e a Monza.

Il sindaco Giuliano Pisapia ha riferito di avere parlato col ministro dell'ambiente Gianluca Galletti e con il capostruttura contro il dissesto Erasmo D'Angelis: "Mi hanno garantito che i lavori partiranno al più presto", ha spiegato Pisapia parlando delle vasche di laminazione che dovrebbero limitare o impedire le esondazioni del Seveso.

Diverse aree cittadine sono rimaste senza corrente elettrica, al Gallaratese anche per più di dieci ore, ma soprattutto nella zona di Niguarda, Ca' Granda e viale Fulvio Testi, la più colpita dall'esondazione del Seveso. I tecnici di A2A, anche domenica mattina, sono al lavoro per ripristinare le situazioni più critiche.

Non si contano le cantine allagate. Il numero di emergenza del 118 ha subìto un black out dalle 2 alle 8 di notte, a causa del guasto alla centrale Telecom di Niguarda.

Chiuse a lungo diverse stazioni della metropolitana. Allagamento nella tratta M2 tra Famagosta e Assago Forum. Problemi alla stazione di Garibaldi dove è piovuto all'interno. Domenica mattina la circolazione delle metropolitane è ancora sospesa in alcuni punti, come la M3 tra Centrale e Maciachini (bus navetta) o la M2 tra Garibaldi e Centrale (treno navetta). Anche l'A8 è stata chiusa fino a domenica mattina in due tratti.

La comunità Exodus di don Mazzi, al parco Lambro, è stata evacuata nelle prime ore del pomeriggio di sabato. Allagato il cimitero di Lambrate e, durante la notte, anche il Parco Canile di via Aquila, zona via Corelli.

Allo stadio di San Siro, la nazionale croata non ha potuto effettuare l'allenamento di "rifinitura" prima del match Italia-Croazia. E sempre in zona San Siro, polemiche per il mancato annullamento della "Derby Run", corsa non competitiva che, rispetto agli originali percorsi di 5 e 10 km, si è svolta ugualmente, ma con poche decine di partecipanti e una "safety car".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento