Cronaca Stadera / Via Giulio Carcano

Sfigurato con acido: fermato complice della coppia di amanti

Gli inquirenti lo accusano di concorso in lesioni. In casa aveva acido muriatico e spray urticante

Fermato complice di Alexander e Martina

Fermato un amico di Martina Levato e Alexander Boettcher con l'accusa di concorso in lesioni. Si trova a San Vittore, dopo essere stato ascoltato dal procuratore aggiunto Alberto Nobili. E' sospettato di essere il complice della coppia di amanti che (il 28 dicembre 2014) ha sfigurato con acido muriatico il 22enne Pietro Barbini, ex di Martina Levato, in via Giulio Carcano.

In casa dell'uomo (Andrea Magnani, 32enne bancario sposato con una bielorussa), venerdì 30 gennaio, gli investigatori hanno trovato acido muriatico e spray urticante. Secondo la ricostruzione degli investigatori sarebbe compagno di allenamenti in palestra di Alexander. Boettcher Nel tardo pomeriggio del 28 dicembre, Martina Levato si è recata a casa sua in zona viale Umbria dopo l'aggressione (video).

Il sospetto degli inquirenti è che sia stato proprio lui a telefonare (attraverso un sistema Voip) a Pietro Barbini, ex di Martina, per fissare l'appuntamento (falso) per la consegna di un pacco. E sempre secondo gli inquirenti, l'uomo sarebbe stato sul posto al momento dell'aggressione, mentre Martina ha raccontato di essersi recata autonomamente a casa sua. Il difensore di Alexander ha depositato un video in cui si vede un uomo passare di lì al momento del fatto, ipotizzando fosse un complice di Martina.

Il 32enne è accusato di avere già inquinato le prove. Il magistrato ha stabilito il fermo in considerazine sia della possibilità che inquini ulteriormente le prove, sia della possibilità che fugga all'estero, dove avrebbe appoggi concreti proprio per via della nazionalità della moglie, che è straniera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfigurato con acido: fermato complice della coppia di amanti

MilanoToday è in caricamento