Via Tolstoj (Milano), risolta la situazione degli inquilini: nessuno avrà lo sfratto da Reale Immobili

L'azienda aveva iniziato a inviare le lettere di disdetta in vista di un progetto di riqualificazione

Risolta la questione degli edifici di via Tolstoj, a Milano, di proprietà di Reale Group, che l'azienda Reale Immobili ha intenzione di riqualificare. In seguito ad un tavolo tecnico con il Comune di Milano, sono state trovate soluzioni soddisfacenti per gli inquilini, molti dei quali avevano ricevuto lettere di disdetta della locazione. 

Si è deciso che Reale Immobiili darà corso sin d’ora agli interventi necessari per garantire il comfort abitativo e il funzionamento di tutte le componenti degli edifici del complesso residenziale di via Tolstoj. Tutte le soluzioni tecniche che verranno perseguite avranno come obiettivo comune la realizzazione dei lavori, mantenendo gli inquilini nelle loro abitazioni.

E, in continuità con quanto praticato sino ad oggi, a tutti gli inquilini con i contratti di locazione giunti al loro naturale termine, sarà proposto il rinnovo degli stessi alle condizioni che il mercato esprimerà al momento di ogni scadenza. Particolare attenzione sarà riservata alle persone appartenenti a categorie particolarmente fragili (età, condizioni di salute e così via), alle quali sarà garantita la permanenza negli appartamenti da esse occupati alle attuali condizioni economiche, per i prossimi rinnovi e fino alla naturale conclusione della titolarità del contratto di locazione.

"Reale Mutua - ha commentato il sindaco di Milano Giuseppe Sala - ha condiviso con noi una soluzione molto positiva per le famiglie e per Milano, un progetto che migliorerà la qualità dell'abitare di oltre 200 famiglie, coniugando investimenti sugli immobili e tutela degli inquilini. Quando insieme al Municipio 6 mi sono attivato per risolvere una questione complessa come quella di via Tolstoj, sapevo che sarebbero servite pazienza, dialogo e buona volontà. Sono soddisfatto di aver trovato in Reale Mutua l'attenzione e la sensibilità necessarie. Questa è la dimostrazione che le città, e Milano per prima, possono crescere continuando ad includere. E che progresso ed equità non sono valori contrapposti". 

"La soluzione identificata e condivisa con il Comune di Milano ci permette di mantenere le condizioni di comfort e di equità contrattuale che siamo soliti garantire a tutti gli inquilini del nostro patrimonio immobiliare - ha dichiarato Alberto Ramella, direttore generale di Reale Immobili -. La valorizzazione del territorio di riferimento passa anche attraverso le attenzioni per gli individui e per le collettività, che sin da subito sono stati condivisi con l’amministrazione comunale di Milano e che per Reale Group costituiscono il punto di partenza di qualsiasi iniziativa, da sempre improntata allo sviluppo sostenibile". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: lockdown totale per Milano e la Lombardia? Fontana smentisce

  • Anche a Milano esplode la rabbia, rivolta anti Dpcm: molotov, bombe e assalto alla regione

  • Mara Maionchi ricoverata per coronavirus a Milano

  • Follia a Il Centro di Arese, fratelli aggrediscono i carabinieri: "Infame, adesso ti taglio la gola"

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia, raddoppiano i contagi: 4.126 in un giorno

  • Coronavirus e coprifuoco Milano e Lombardia: si possono comprare alcolici ai supermercati dopo le 18

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento