Cronaca Duomo / Piazza San Babila

Sfrattato il teatro San Babila: "Ci hanno buttato fuori"

L'ufficiale giudiziario interviene nel primo giorno utile, anche se la corte d'appello deve decidere a settembre sulla richiesta di sospensiva

Sfrattata l'attuale gestione del San Babila

Il teatro San Babila è sotto sfratto esecutivo: l'ufficiale giudiziario si è presentato martedì 9 luglio, al mattino. Significa che la parrocchia (amministratrice, per conto della diocesi, dello stabile) è intervenuta nel primo giorno utile, sebbene la corte d'appello si riunirà il 24 settembre per decidere sulla richiesta di sospensiva presentata dal direttore del teatro, Gennaro D'Avanzo.

Le serrature sono state cambiate e verrà nominato un custode. "E' assurdo, ci hanno cacciato per strada", commenta D'Avanzo insieme all'avvocato Luigi Raucci. Secondo quanto riferiscono i due, dopo il rifiuto di lasciare lo stabile è intervenuta immediatamente una pattuglia "casualmente fuori dal teatro". Solitamente si aspetta l'esito dell'eventuale sospensiva ma - secondo D'Avanzo e il legale - "c'è una durezza impressionante nei nostri confronti".

Il teatro aveva già presentato la stagione 2013-2014 e sono già stati venduti oltre 1.500 abbonamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfrattato il teatro San Babila: "Ci hanno buttato fuori"

MilanoToday è in caricamento