menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cariche della polizia (foto Cantiere, Flickr)

Cariche della polizia (foto Cantiere, Flickr)

Sfrattata la famiglia con la casa assegnata sulla carta

Cariche della polizia in via Inganni. Il comune aveva promesso un alloggio temporaneo. Dal 20 dicembre il nucleo ha diritto a una casa popolare che non è stata ancora consegnata

L'ennesimo sfratto di un nucleo familiare che nel frattempo sarebbe in attesa dell'assegnazione effettiva di un alloggio popolare. Questa volta però lo sfratto è stato eseguito: quindi ora una mamma anziana e malata, la figlia Hakima e il nipote di due anni si trovano in mezzo alla strada. E' successo in via Inganni 11.

La famiglia in teoria ha già avuto assegnato l'alloggio fin dal 20 dicembre 2013, ma materialmente non è ancora stato fatto "l'abbinamento", cioè non è stato concretamente individuato un appartamento di edilizia residenziale pubblica.

Il 5 febbraio, dopo avere bloccato lo sfratto allo stesso nucleo familiare, Cantiere e Comitato Abitanti San Siro occuparono per alcune ore gli uffici dell'assessorato alla casa fino a ottenere dall'assessore Daniela Benelli la promessa che la famiglia in questione sarebbe stata ospitata in un appartamento transitorio in attesa dell'abbinamento definitivo. Questa, secondo un successivo comunicato del comune, sarebbe stata la soluzione anche per altri casi simili.

Forti anche della promessa del comune, Cantiere e Comitato Abitanti San Siro si sono dati appuntamento alle sette del mattino per impedire il nuovo sfratto: ma davanti a loro la polizia schierata in tenuta antisommossa che ha anche effettuato alcune cariche per consentire lo sfratto. L'ufficiale giudiziario ha intanto acconsentito a che i mobili della famiglia rimangano nell'appartamento per altri venti giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fedez ha asfaltato i consiglieri leghisti Lepore e Bastoni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento