Cronaca Via Amilcare Ponchielli

La villa confiscata (dopo 10 anni) e la donna sul tetto per 'resistere' allo sfratto

Giornata di tensione a Nerviano per lo sfratto di una famiglia da una villa confiscata

Le forze dell'ordine sul posto - Foto A.G.

Polizia, carabinieri e ghisa. Due strade transennate e una lunga, estenuante, trattativa. É quello che sta accadendo oggi, venerdì 4 giugno, in via Ponchielli a Nerviano, hinterland Nord-Ovest di Milano, dove le forze dell'ordine stanno cercando di confiscare una villa abitata da dodici persone, tutte parte di una famiglia di origine macedone.

L'operazione é iniziata alle 7:45 quando le forze dell'ordine si sono presentate davanti alla recinzione della casa con in mano un mandato emesso dal tribunale per motivi patrimoniali. Secondo quanto trapelato, sembra che il provvedimento risalga a una decina di anni fa e sia diventato esecutivo nelle scorse settimane. 

La famiglia all'interno dell'abitazione non ha intenzione di abbandonare la casa. Una delle donne si è rifugiata sul tetto sin dalle prime ore del mattino e non ha intenzione di scendere. Alcuni dei componenti della famiglia continuano a urlare che hanno comprato quella casa regolarmente e che non hanno nessun altro posto in cui andare. Carabinieri e polizia attendono il momento più propizio per entrare in azione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La villa confiscata (dopo 10 anni) e la donna sul tetto per 'resistere' allo sfratto

MilanoToday è in caricamento