menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Operazione della polizia

Operazione della polizia

Reclutavano badanti e pretendevano la metà dei compensi: arrestati

L'operazione della polizia di Varese. Ogni mese "giro d'affari" di 70 mila euro

Sfruttavano donne romene trovando loro un lavoro come collaboratrici familiari ma costringendole poi a consegnare metà dei compensi. Sono state arrestate cinque persone dalla polizia di Varese: tre sono titolari di agenzie specializzate, due sono donne romene complici.

La collaboratrici dovevano versare 600 euro alle agenzie per ottenere il lavoro, e poi anche la metà del loro compenso. In questo modo, ogni mese finivano col tenersi per sé anche meno di 500 euro. L'attività andava avanti dal 2009: le agenzie, stando alle indagini, reclutavano in Romania qualcosa come 200 collaboratrici all'anno per un giro d'affari stimato in 70 mila euro al mese.

Alcune delle donne sfruttate sarebbero state pesantemente minacciate e in alcuni casi anche picchiate per aver mostrato di volersi liberare dalle morse dell'organizzazione. Gli arrestati rispondono di diversi reati, tra cui lo sfruttamento del lavoro, le minacce, l'estorsione e la violenza privata, in associazione tra loro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento