Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Sfruttava prostitute: era latitante nel Regno Unito. Estradato in Italia

L'uomo era finito nei guai con l'operazione "Alba Nostra" ma poi si era reso irreperibile

Prostituzione: estradato in Italia pericoloso malavitoso

Era tra i capi dell'organizzazione - sgominata con l'operazione "Alba Nostra" - dedita alla tratta di donne e allo sfruttamento della prostituzione. Si trovava nel Regno Unito, dopo essere evaso dagli arresti domiciliari. Solo grazie all'operazione "Alba Nostra 2", del marzo 2014, si è incrinato il muro di omertà che lo proteggeva. Così le indagini si sono potute concentrare sulla città di Wellingborough, a nord di Londra, quando la polizia della contea di Northampton ha trasmesso la fotografia di un sospetto che era stato fermato in quella località. 

La foto rappresentava proprio il 37enne albanese L.N., anche se il nominativo fornito alle forze dell'ordine britanniche era diverso. Una volta accertato che si trattava della stessa persona, su cui pendeva un mandato di cattura internazionale emesso dal tribunale di Pavia, le autorità inglesi lo hanno arrestato

L'11 febbraio 2016, infine, è arrivato in Italia, atterrando a Linate, dove lo attendevano le forze dell'ordine italiane, che l'hanno portato nel carcere di Pavia. Le autorità britanniche hanno infatti accolto la richiesta di estradizione.

L'uomo è stato già condannato (con il rito abbreviato) a tre anni e sei mesi di reclusione, da scontare inizialmente ai domiciliari a Monterotondo (Roma): da marzo 2014, però, si era reso irreperibile.

Il suo ruolo nella banda era quello del "titolare di diritto di superficie". Stabiliva cioè chi poteva e chi non poteva esercitare la prostituzione su determinati tratti delle strade della Lomellina. E' noto per essere particolarmente incline all'uso della violenza per risolvere i conflitti con le altre bande di malavitosi che operano nel "settore" dello sfruttamento della prostituzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfruttava prostitute: era latitante nel Regno Unito. Estradato in Italia

MilanoToday è in caricamento