rotate-mobile
Cronaca San Siro / Via Giacinto Gigante

Bloccato uno sgombero in zona San Siro, De Corato furioso

Giovedì mattina un gruppo di cittadini, con l'aiuto del centro sociale "Cantiere", ha bloccato lo sgombero di un appartamento in via Gigante. De Corato attacca l'amministrazione comunale: "E' gravissimo"

Nella mattinata di giovedì 15 dicembre è stato fermato uno sgombero in zona San Siro, in via Gigante, da parte di un gruppo di cittadini aiutati dal centro sociale "Cantiere". Gli addetti dell'Aler, coadiuvati dalla Polizia, si erano presentati sotto casa di Monica e Giovanni, una coppia che dal 1999 vive in un appartamento occupato, a cui sono stati tolti i servizi fondamentali. Pare che la donna abbia chiesto anni fa il subentro nell'appartamento dell'anziano a cui per lungo tempo ha fatto da badante.

I poliziotti e l'Aler hanno dovuto fare marcia indietro davanti alla folla accorsa in aiuto degli sgomberati. Molti i cori contro le forze dell'ordine e l'Aler: "Andatevene via, San Siro non vi vuole!" e "Casa diritti dignità!", urlavano i presenti, molti dei quali fanno parte del "Comitato Abitanti di San Siro". Dopo aver interrotto lo sgombero, un piccolo corteo ha attraversato le vie limitrofe con uno striscione: "Basta sgomberi". E il comune? Un rappresentante, dopo diverse sollecitazioni, è arrivato sul posto. Ma stando a quanto riporta il sito del Cantiere (qui l'articolo), la giunta Pisapia e l'assessore alla casa Lucia Castellano non erano stati informati dello sgombero deciso oggi. Notizia smentita da De Corato, ex vicesindaco e attualmente vice presidente del consiglio comunale.

"Questa mattina - ha affermato De Corato - ancora una volta nel caseggiato di edilizia popolare di S.Siro, uno sgombero di abusivi è stato impedito dalla mobilitazione del Centro Sociale "Il Cantiere": sono gli stessi che lunedì 12 Dicembre avevano aggredito e fischiato in Piazza Fontana e in Piazza della Scala il Presidente della Provincia Guido Podestà e gli stessi che avevano applaudito il Sindaco Giuliano Pisapia scortato dal suo fido consulente Paolo Limonta, delegato a dialogare con Centri Sociali, no-global e antagonisti, lo stesso centro sociale che aveva detto assieme all'Assessore alla Casa Castellano, a metà ottobre scorso davanti a Palazzo Marino, che occupare una casa, in stato di necessità, non è reato".

Un vero e proprio attacco frontale al centro sociale e all'amministrazione Pisapia, che secondo De Corato appoggia questo tipo di manifestazioni: "È grave che la polizia abbia rinunciato allo sgombero non solo per la presenza del "Cantiere", plaudatores di Pisapia, ma anche perchè pur essendo stato avvertito il Comune il suo rappresentante al momento dello sgombero ha avuto un atteggiamento ondivago, tanto da indurre la Questura a sospendere tutti gli escomi almeno fin dopo le vacanze natalizie e di fine anno".

Sgombero bloccato in zona San Siro (foto Il Cantiere)

"La sicurezza - conclude il vice-presidente del consiglio comunale - non è una priorità e questo lo hanno capito gli inquilini regolari della case popolari di S. Siro che avevano chiesto all'Aler di sgomberare la coppia senza figli di abusivi che questa mattina l'hanno fatta franca. Infine sempre da parte del centro sociale "Il Cantiere" viene distribuito agli abusivi il "Kit di autodifesa dall'Aler", con numeri di cellulare anti-sgomberi e informazioni contro gli ispettori dell'Aler".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccato uno sgombero in zona San Siro, De Corato furioso

MilanoToday è in caricamento