rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca Sesto San Giovanni / Via Sacco e Vanzetti

Sgomberata la "casa" che ospitava famiglie in difficoltà

Sfrattata la "Casa rossa rossa" a Sesto San Giovanni

Sfratto eseguito. Mercoledì mattina è stata sgomberata la "Casa rossa rossa" di Sesto San Giovanni, una struttura di via Sacco e Vanzetti occupata ormai da anni in cui aveva trovato sede l'unione inquilini ma in cui soprattutto avevano trovato rifugio diverse persone rimaste senza un tetto sulla testa. 

"Lo stabile è stato interessato da diverse occupazioni a opera di famiglie per lo più di origine nordafricana o di soggetti indigenti, ovvero gravati da sfratti dalle rispettive dimore, che trovavano temporaneo rifugio all’interno di quei locali", si legge in una nota della Prefettura, che ha dedicato allo sgombero un tavolo tecnico ad hoc proprio per "la delicatezza della situazione, per il coinvolgimento anche di famiglie in situazione di fragilità". 

Al momento delle operazioni di sgombero nell’immobile erano presenti 12 persone che sono state immediatamente allontanate dalle forze di polizia, mentre altre otto - tutte quelle in situazioni di fragilità - sono state affidate ai servizi sociali. L'immobile, liberato dopo una sentenza del tribunale di Monza, è stato quindi riconsegnato alla proprietà. 
 
"A Sesto non c'è posto per chi vive nell'illegalità e occupa abusivamente immobili. La Casa rossa rossa di via Sacco e Vanzetti era occupata abusivamente dal 2016. Le operazioni sono state coordinate dalla Prefettura dopo un tavolo tecnico durato due mesi che ha coinvolto il comune di Milano, quello di Sesto san Giovanni e Cologno Monzese e la Questura. Le figure fragili sono state prese in carico dai comuni di residenza e l'immobile è stato riconsegnato alla proprietà", il commento del primo cittadino Roberto Di Stefano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgomberata la "casa" che ospitava famiglie in difficoltà

MilanoToday è in caricamento