menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I rom dopo lo sgombero (foto Melley/MilanoToday9

I rom dopo lo sgombero (foto Melley/MilanoToday9

Sgombero rom, le associazioni: "Il comune ha previsto pochi alloggi"

Secondo la Naga, 200 posti a disposizione su 700 sgomberati

Proteste contro lo sgombero di centinaia di rom, lunedì mattina, dai due insediamenti di via Brunetti e via Montefeltro. La Naga, associazione che tutela i nomadi, ha spiegato che il comune di Milano avrebbe messo a disposizione soltanto 200 posti contro i circa 700 sgomberati. L'associazione lamenta anche che alle famiglie interessate all'accoglienza nessuno avrebbe spiegato i criteri in base a cui verranno effettivamente scelte le persone da ospitare.

In particolare, sempre secondo l'associazione, saranno sacrificati soprattutto coloro che avevano aderito, nel 2011, al programma di rientro in Romania organizzato per svuotare il campo di via Triboniano e che, a fine programma, erano poi tornati in Italia.

"Ancora una volta - affermano - l'amministrazione sgombera senza prevedere alternative abitative e sociali per tutti i cittadini rom coinvolti e quindi di fatto spostandoli in un'altra area dalla quale saranno poi, prevedibilmente, sgomberati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Isolata in Lombardia una nuova (e rarissima) variante di covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento