Milano, "rivolta" dopo lo sgombero in via Ricciarelli: 40 persone contro i poliziotti

Per disperdere la folla sono intervenute oltre dieci volanti della Questura. I fatti

La polizia sul posto - Foto Alessandro De Chirico

Lo sgombero tutto sommato tranquillo. La donna che lascia l'appartamento e va via. Poi, in un attimo, la folla che si raduna e si scaglia contro gli agenti. Pomeriggio di tensione quello di martedì in via Ricciarelli a Milano, dove uno sfratto è sfociato in una sorta di rivolta. 

Teatro dei fatti è stato il condominio al civico 22, lo stesso in cui a maggio scorso il 25enne Alija Hrustic aveva ucciso il piccolo Mehmed, suo figlio di due anni, dopo una notte di sevizie, torture e violenze. 

Tutto è iniziato nel primo pomeriggio, quando gli ispettori Aler si sono presentati insieme all'equipaggio di una Volante per eseguire lo sgombero di un'abitazione occupata abusivamente. La donna presente all'interno - una signora egiziana con un figlio minorenne - stando alle prime informazioni apprese, ha lasciato la casa e i tecnici hanno iniziato a "lastrare" la porta d'ingresso per evitare nuove occupazioni. 

L'arrivo del marito e la rivolta

Verso le 17.30, però, sotto il palazzo si sono radunate circa quaranta persone, "attirate" dal marito della donna. I manifestanti hanno cominciato a protestare e minacciare i poliziotti, tanto che in via Ricciarelli sono dovute intervenuti oltre dieci Volanti e una camionetta dell'Esercito. Sul posto anche gli agenti della Digos per identificare i presenti. 

Nonostante i prolungati attimi di tensione, non risultano feriti. Secondo le prime informazioni, cinque persone - tra cui il marito dell'occupante, un cittadino egiziano di 29 anni - sono state accompagnate in Questura.

Tre arresti e due denunce

Il bilancio finale parla di tre arresti e due denunce. In manette sono finiti proprio il 29enne e un suo connazionale di 39 anni insieme a un cittadino italiano di 51 anni: i tre - accusati di resistenza a pubblico ufficiale aggravata - sarebbero stati i più attivi nell'opporsi ai poliziotti. 

Sono state denunciate invece l'occupante e una seconda donna, cittadina italiana. 

"Situazione esplosiva"

"La situazione a San Siro è esplosiva - commenta il consigliere comunale di Forza Italia Alessandro De Chirico, sul posto al momento della tensione - invierò al sindaco Beppe Sala il video girato sul posto. La guerra all'abusivismo si combatte fianco a fianco".

“Quello che è successo oggi a Milano è semplicemente inammissibile. Ringrazio Aler e la Polizia per il loro pronto intervento. Proseguiamo con la linea dura sugli sgomberi e contro i delinquenti che cercano di approfittarsi della situazione di emergenza”, le parole dell’Assessore Regionale alle Politiche sociali, abitative e Disabilità Stefano Bolognini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ritengo queste scene di illegalità – conclude l’Assessore – assolutamente inammissibili ed è assurdo che a Milano la gente si senta libera di contestare gli agenti di Polizia durante il loro lavoro. Da diversi giorni tutti i tentativi di occupazione di case popolari sono stati impediti, ma chiederemo al Prefetto ancora più determinazione nelle operazioni di legalità nelle periferie milanesi e presto interverremo a sgomberare anche gli appartamenti occupati in queste settimane. Ringrazio ancora una volta le Forze dell’Ordine per lo straordinario impegno durante la gestione dell’emergenza”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mara Maionchi ricoverata per coronavirus a Milano

  • Sciopero generale, venerdì nero dei mezzi a Milano: a rischio metro, bus, tram e treni. Tutti gli orari

  • Coprifuoco in Lombardia: così a Milano torna di 'moda' l'autocertificazione per circolare

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia, raddoppiano i contagi: 4.126 in un giorno

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

  • Coronavirus e coprifuoco Milano e Lombardia: si possono comprare alcolici ai supermercati dopo le 18

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento