Cronaca Turro / Via Matteo Maria Boiardo

Milano, nascondono oltre 30mila euro di shaboo tra le scarpe: arrestati due coinquilini

In manette due cittadini iraniani: vivevano nella stessa casa, dov'era nascosta la droga

La droga sequestrata

Gli agenti lo hanno visto passeggiare in strada con fare sospetto: una telefonata, poi due, qualche sguardo avanti e dietro per essere sicuro di non essere osservato da nessuno. E invece a osservarlo, "fiutando" che qualcosa non andava, c'erano i poliziotti che alla fine hanno arrestato lui e il suo socio. 

Due cittadini iraniani - un trentasettenne incensurato e un trentenne con un vecchio precedente - sono stati arrestati dalla Squadra Mobile di Milano per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il primo a finire nella rete dei poliziotti è stato il più grande, che è stato fermato in via Boiardo - zona Turro - ed è stato trovato in possesso di undici grammi di shaboo, la metanfetamina dieci volte più potente della cocaina che - così avevano spiegato i carabinieri dopo un sequestro - trasforma i consumatori in veri e propri zombie

Dopo aver sequestrato la droga addosso al trentasettenne, gli agenti sono andati a casa sua, un appartamento nella vicina via Russo in cui l'uomo viveva con il suo connazionale. Lì, all'interno di una scarpiera, i poliziotti hanno trovato cinque involucri con all'interno altri 94 grammi di shaboo, che i due coinquilini spacciavano insieme. 

Dalla droga finita nelle mani degli agenti i due pusher avrebbero ricavato più di mille dosi - ogni dose è di 0,1 grammo - per un valore totale sul mercato di oltre trentamila euro.

Il lavoro della Mobile prosegue ora per capire come i due iraniani fossero riusciti ad aprire un canale in un mondo, quello dello shaboo, che è solitamente "riservato" a cinesi e filippini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, nascondono oltre 30mila euro di shaboo tra le scarpe: arrestati due coinquilini

MilanoToday è in caricamento