"Silvia Romano è stata liberata": l'annuncio di Conte sulla volontaria rapita nel 2018 in Africa

Silvia è già al sicuro e rientrerà domenica in Italia a bordo di un aereo dei servizi dell'Aise

Silvia Romano con dei bambini

"Silvia Romano è stata liberata! Ringrazio le donne e gli uomini dei servizi di intelligence esterna. Silvia, ti aspettiamo in Italia". Ad annunciare la notizia su Twitter è il premier Giuseppe Conte. Così come Luigi Di Maio, responsabile degli Esteri: "Volevo darvi una buona notizia. Silvia Romano è libera. Lo Stato non lascia indietro nessuno. Un abbraccio alla sua famiglia. E un grazie alla nostra intelligence, all'Aise in particolare, alla Farnesina e a tutti coloro che ci hanno lavorato".

Silvia Romano, la cooperante milanese, era stata sequestrata in Kenya il 20 novembre 2018. Il rapimento era avvenuto nel villaggio di Chakama, a 80 chilometri da Malindi, mentre lavorava per la onlus 'Africa Milele'. Era alla sua seconda missione in terra africana.

Quando rientra in Italia Silvia Romano?

Silvia è già al sicuro nel compound delle forze internazionali a Mogadiscio e rientrerà domenica in Italia a bordo di un aereo dei servizi dell'Aise, diretti dal generale Luciano Carta, il suo arrivo sarebbe previsto alle 14 a Ciampino. L'operazione di recupero della volontaria milanese 24enne è iniziata all'alba di sabato 9 maggio. Diretta dal generale Carta e poratata a termine con la collaborazione dei servizi turchi e somali. La sua liberazione è il risultato di un lungo e complesso lavoro sul campo.

La reazione della famiglia Romano

Le prime parole del papà di Silvia Romano, Enzo, all'agenzia Ansa, sono state di stupore e incredulità: "Lasciatemi respirare, devo reggere l'urto. Finché non sento la voce di mia figlia per me non è vero al 100%. Devo ancora realizzare, mi lasci ricevere la notizia ufficialmente da uno dei mie referenti".

Soddisfazione anche da Palazzo Marino e Regione

"La nostra concittadina Silvia Romano è libera! In un momento così difficile - ha detto il sindaco Beppe Sala - questa notizia è ancor più straordinaria. Ho appena sentito i suoi familiari e ho trasmesso loro l’affetto e la gioia dei milanesi. Grazie a chi ha lavorato silenziosamente per riportarla a casa".

"Davvero un'ottima notizia". Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana commenta il fatto. "Nell'esprimere grande soddisfazione - dice ancora il governatore - le invio un simbolico abbraccio a nome di tutti i lombardi. E rivolgo un meritato ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito a raggiungere questo importante risultato". 

Il giorno del rapimento di Silvia Romano

Il sequestro, stando a quanto riferito dalla polizia kenyota su twitter, era avvenuto alle 20 del 20 novembre 2018, quando alcuni uomini - sembra almeno cinque - avevano attaccato il mercato del piccolo villaggio armati di Ak47. 

Gli assalitori, scrivevano le forze dell'ordine, avevano "sparato indiscriminatamente" sui presenti e avevano colpito cinque persone - bimbi e giovani tra i 10 e 23 anni -, ferendone una in maniera grave. Poi gli attentatori avevano prelevato Silvia prima di fuggire.

Secondo quanto ricostruito dalla Procura di Roma e dai carabinieri del Ros durante le indagini italiane, la volontaria era tenuta prigioniera in Somalia da uomini vicini al gruppo jihadista Al-Shabaab, l'organizzazione somala affiliata ad Al Qaeda. Silvia era considerata "ostaggio politico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento